hamburger menu

Un nuovo mammografo all’Asl Roma 3: l’inaugurazione con Zingaretti

Il macchinario di ultima generazione è stato donato in una iniziativa promossa principalmente da Roche Italia e Fujifilm Italia per promuovere le attività di screening periodiche tra le donne

27-07-2022 11:38
ritocco-seno_chirurgia-plastica_seno
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Un nuovo mammografo di ultima generazione è stato presentato questa mattina all’Asl Roma 3 dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’assessore regionale alla Sanità Lazio, Alessio D’Amato. All’evento hanno partecipato la direttrice della Asl Roma 3, Francesca Milito, la direttrice sanitaria, Daniela Sgroi, e la direttrice amministrativa, Francesca Merli.

Il nuovo macchinario è stato donato alla Asl che ha partecipato a una selezione su scala nazionale dall’ente indipendente ‘Fucina Sanità’ nell’ambito della campagna ‘screening routine’. L’iniziativa è stata promossa principalmente da Roche Italia e Fujifilm Italia, oltre ad una serie di altri partner, con l’obiettivo di promuovere le attività di screening periodiche tra le donne e incentivare la ripresa delle attività di prevenzione del tumore al seno dopo l’inevitabile rallentamento dovuto alla pandemia.

“È un macchinario d’avanguardia legato a un tema delicatissimo di una regione che proprio sulla prevenzione del tumore al seno e la lotta contro i tumori ha fatto in questi anni dei salti da gigante – ha detto Zingaretti -. Anche l’uscita dal commissariamento è legata ai salti in avanti che abbiamo fatto sulla prevenzione. Insieme alla prevenzione aumenta la qualità delle infrastrutture. Ci sono 1 miliardo e 300mln di investimenti in corso, tra cui anche di ammodernamento della macchine, per un totale preventivo di 3 miliardi di investimenti solo sull’edilizia sanitaria e le nuove infrastrutture. Una rivoluzione per una regione che fino a due anni fa era commissariata”.

Per le attività di prevenzione, resta fondamentale il ruolo e il contributo delle Associazioni di volontariato che operano nel territorio dell’Asl Roma 3 e che offrono un significativo supporto, per quanto di competenza, nelle attività di integrazione socio-sanitaria. In particolare per le attività relative agli screening mammari, e ovvero l’offerta attiva organizzata quest’anno dall’Asl Roma 3 che si è concretizzata con gli open day di maggio e ottobre, i volontari delle associazioni oncologiche, in particolare l’Albero delle Molte Vite, hanno dato la loro disponibilità contribuendo fattivamente al buon funzionamento delle suddette iniziative dell’Azienda sanitaria. Grazie all’arrivo di questa nuova apparecchiatura, la Asl Roma 3 potrà integrare ulteriormente l’offerta dei servizi di prevenzione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-27T11:38:45+02:00