L’Ordine dei medici: “Nessun Natale sereno senza lockdown”

"Se oggi facessimo un lockdown totale, in tutto il Paese, potremmo arrivare al Natale con un abbassamento del picco intorno all'8 dicembre", dice Filippo Anelli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se oggi facessimo un lockdown totale, in tutto il Paese, potremmo arrivare al Natale con un abbassamento del picco intorno all’8 dicembre. Contrariamente, continueremo a salire nei contagi, così non vi sarebbe di certo un Natale ‘sereno'”. Lo ha detto il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, intervenendo a Rainews24. 

“Sul tema dei medici dalle ONG, per aiutare il sistema sanitario nazionale a far fronte all’emergenza, si può pescare tra gli specializzandi: 12mila medici che hanno fatto un concorso e che ora è bloccato. Direi di iniziare da qui”. Infine, rispondendo in merito ai contagi tra il personale medico, Anelli ha aggiunto: “La maggiore preoccupazione rispetto al contagio dei medici in questo momento è tutta interna alle famiglie degli operatori sanitari: temono che nell’emergenza i loro familiari al fronte possano riportare il virus in casa“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»