Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dal 2018 niente più sigarette in Vaticano: lo ha deciso Papa Francesco

sigarette_fumo
"La Santa Sede non può contribuire a un'attività che danneggia chiaramente la salute delle persone", ha detto il portavoce pontificio, Greg Burke
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dal 2018 le sigarette non potranno più essere vendute in Vaticano: lo ha deciso Papa Francesco, “e la ragione è molto semplice- ha spiegato in una nota il portavoce pontificio, Greg Burke- la Santa Sede non può contribuire a un’attività che danneggia chiaramente la salute delle persone. Nessun profitto può essere legittimo, se questo mette in pericolo delle vite”.

Senza citare dati specifici, ha quindi detto che le sigarette – che nella Città del Vaticano sono acquistate a un costo ridotto poiché non tassate – costituiscono “una fonte di introiti” per il Vaticano. Papa Francesco, che a 20 anni ha subito l’asportazione di un polmone, si è quindi dimostrato sensibile all’allarme lanciato a più riprese dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo la quale ogni anno il tabacco uccide ben 7 milioni di persone.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»