Bebe Vio è oro ai mondiali paralimpici di scherma

La manifestazione sportiva è in programma dal 7 al 12 novembre: partecipano oltre 200 atleti arrivati da 30 Paesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – E’ ancora la prima sul podio, Bebe Vio. Ha vinto ieri l’oro nel fioretto individuale, categoria B, ai mondiali paralimpici di scherma a Fiumicino.

La manifestazione sportiva è in programma dal 7 al 12 novembre: partecipano oltre 200 atleti arrivati da 30 Paesi.

Ieri la prima grande gioia della competizione per Bebe Vio. Che, in conferenza stampa, ha ringraziato Jovanotti.

“Jovanotti mi ha mandato il suo nuovo inedito e in questi giorni l’ho ascoltato e canticchiato mille volte, anche durante le gare.  Quella canzone è stata importante per me e mi ha aiutato”.

 

#Repost @federscherma (@get_repost) ・・・ GRAZIE BEBEEEEEE ♥️?? #scherma #lavitaeunafigata

Un post condiviso da Beatrice Vio (@bebe_vio) in data:

 

LEGGI ANCHE Dall’8 ottobre su Rai 1 al via ‘La vita è una figata!’, il programma condotto da Bebe Vio/Ft e Vd

 

Questa mattina sono arrivati per Bebe Vio anche i complimenti di Maria Elena Boschi, sottosegretaria alla presidenza del Consiglio. “Straordinaria ! nel fioretto individuale ai paralimpici di . Grande esempio per le ragazze”, ha twittato.

 

 

Complimenti anche dalla ministra della Difesa Roberta Pinotti:  “Formidabile Bebe Vio, oro nel fioretto ai mondiali paralimpici! Tiene alto il nome dell’Italia! È stato un onore averla nostra ospite alla Festa del #2giugno”.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»