Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, spoglio nel caos. Prestipino attacca: “Ancora non sappiamo chi andrà ai ballottaggi nei Municipi”

La deputata dem: "Macchina amministrativa nel caos, vergognoso che i cittadini non sappiano quali candidati potranno votare"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Siamo ormai quasi ad una settimana dal voto di domenica e versiamo ancora in una situazione di evidente difficoltà in cui, a causa della lentezza della macchina amministrativa capitolina, i magistrati della Corte d’Appello di Roma non sono ancora riusciti a comunicare ufficialmente chi andrà ai ballottaggi per l’elezione dei Presidenti di Municipio“. Lo afferma la deputata romana del Pd Patrizia Prestipino.

“Una cosa davvero imbarazzante- conclude Prestipino- specialmente se si pensa che la legge elettorale prevede che si voti dopo ulteriori 15 giorni di campagna in caso di ballottaggio. Nel municipio VI, ad esempio, tra i due sfidanti che si contendono il ballottaggio, ci sono pochissimi voti di differenza, e ad oggi ancora non sappiamo chi sfiderà il candidato del centrodestra per la presidenza del municipio. A questo punto la domanda sorge spontanea: sono rispettati i tempi previsti dalla legge? Perché è evidente che una situazione del genere non è da Paese civile. Tanta disorganizzazione a Roma nel conteggio delle preferenze non si era mai vista. E’ vergognoso che i cittadini ancora non sappiano chi saranno i candidati da votare al ballottaggio“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»