fbpx

Tg Psicologia, edizione del 9 ottobre 2020

SALUTE MENTALE, ZAMPA: TAVOLO TECNICO SARÀ RICONVOCATO PRESTO

“Presso questo ministero è istituto dal 2019 il nuovo tavolo tecnico sulla Salute mentale, ringrazio per il lavoro che è stato svolto e annuncio da qui che il tavolo sarà riconvocato prestissimo. Dovrebbe partire ad horas la convocazione”. Con queste parole Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute, ha aperto il convegno ‘Per una salute mentale di comunità: servizi di prossimità e budget di salute’, promosso per celebrare la Giornata mondiale della Salute mentale che ricorre domani.

UNASAM: PRATICHE COERCITIVE DIFFUSE IN SERVIZI PSICHIATRICI

Le pratiche coercitive vengono utilizzate “nella maggioranza dei servizi psichiatrici di diagnosi e cura. Queste pratiche significano legare le persone al letto, alla poltrona o farle camminare con i polsi legati, senza mai slegarle”. La denuncia viene da Gisella Trincas, presidente Unasam, alla vigilia della Giornata mondiale della Salute mentale.

DEPRESSIONE, SINPF: 3 MLN DI PAZIENTI IN ITALIA, DONNE PIÙ COLPITE

La depressione conta in Italia tre milioni di pazienti, e due terzi di questi sono donne. Secondo il presidente della Sinpf, Claudio Mencacci, la motivazione per cui il genere femminile sia più colpito da questa patologia è dovuta a tre condizioni: “Maggiore sensibilità biologica, maggiore capacità di espressione emozionale e maggiore esposizione a situazioni traumatiche e di violenza”.

UNDICENNE SUICIDA, IDO: BASTA GIOCHI CHE METTONO A REPENTAGLIO VITA

“I giochi che spingono i ragazzi a delle prove drammatiche devono essere immediatamente chiusi, non devono avere la possibilità di proliferare. Bisogna impedire che i criminali agiscano”. Federico Bianchi di Castelbianco, psicoterapeuta e direttore dell’IdO, commenta così la tragica notizia del bambino di 11 anni che si è suicidato a Napoli lanciandosi dal balcone di casa. L’ipotesi al vaglio degli investigatori è che il ragazzino sia finito nel vortice di un gioco sui social che trascinerebbe le vittime all’autolesionismo e al suicidio.

SCHIZOFRENIA, STARACE (SIEP): PERSONE ARRIVANO TARDI AI SERVIZI “

L’età media delle persone affette dalla patologia psichiatrica che consideriamo più grave, la schizofrenia, che si rivolgono ai servizi è molto alta”. Lo evidenzia Fabrizio Starace, presidente della Siep, spiegando che “bisognerebbe intercettare le persone nell’età adolescenziale o nella giovane età adulta, quando vi è l’esordio del 75% di queste condizioni. Invece li vediamo molto più avanti nel tempo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

9 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»