In Sardegna resort in costruzione sul mare “senza nessuna autorizzazione”

È a Castiadas, nel Sud della Sardegna, ed è a due passi dal mare. Ma al Servizio di tutela del paesaggio non risulta nessuna richiesta di autorizzazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nessuna autorizzazione paesaggistica per il cantiere a due passi dal mare, per la realizzazione di una struttura ricettiva sulla costa di Cala Sinzias, a Castiadas, nel Sud Sardegna. A dirlo è il Servizio tutela del paesaggio e vigilanza per la Sardegna meridionale della Regione Sardegna, che conferma i dubbi sulla legittimità del cantiere edilizio sollevati il 29 luglio scorso dal Grig, l’associazione ambientalista ‘Gruppo d’intervento giuridico onlus’ guidata da Stefano Deliperi.

“Da una prolungata ricerca effettuata nei nostri archivi e nei nostri registri sia digitali che cartacei- si legge in una nota- non risulta nessun atto riconducibile al cantiere edilizio a ridotta distanza dal mare per la realizzazione di una struttura turistico-ricettiva sulla costa di Cala Sinzias”, spiegano dal Servizio tutela del paesaggio. Il Gruppo d’intervento giuridico onlus aveva segnalato la cosa chiedendo di verificare l’illegittimità e di adottare gli opportuni provvedimenti.

L’intera costa di Castiadas, sottolinea quindi Deliperi, “è tutelata con vincolo paesaggistico e per la fascia costiera dei 300 metri dalla battigia marina c’è anche un vincolo di conservazione integrale. Auspichiamo un rapido intervento delle amministrazioni pubbliche competenti per appurare definitivamente la legittimità o meno dei lavori in corso, che comunque costituiscono l’ennesimo consumo di territorio costiero a fini speculativi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»