Libia, colloquio Gentiloni-Al Siraj: “Italia pronta a fare la sua parte”

Gentiloni ha ribadito che l’Italia sostiene la proposta delle Nazioni Unite ed è pronta a fare la sua parte rispondendo positivamente alle richieste del nuovo governo libico, con l’auspicio che esso possa ottenere presto un via libera sia a Tobruk che a Tripoli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

paolo gentiloniIl Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha avuto un colloquio con Faiz al Siraj, indicato come Primo Ministro dall’inviato delle Nazioni Unite per la Libia Bernardino Leon la scorsa notte a conclusione di mesi di  negoziato. Ad al Siraj, il Ministro ha formulato i migliori auguri per un  rapido avvio del Governo di Unità Nazionale.

Nel corso del colloquio, al Siraj ha informato il Ministro Gentiloni che la Camera dei Rappresentanti di Tobruk potrebbe discutere l’accordo e i nominativi del nuovo governo nelle giornate di lunedì e martedì. Gentiloni ha ribadito che l’Italia sostiene la proposta delle Nazioni Unite ed è pronta a fare la sua parte rispondendo positivamente alle richieste del nuovo governo libico, con l’auspicio che esso  possa ottenere presto un via libera sia a Tobruk che a Tripoli.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»