Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Italia Lituania 5-0, Mancini: “I ragazzi hanno risposto bene”

roberto mancini
La partita era valida per le qualificazioni ai Mondiali di calcio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Nonostante la perdita di tanti giocatori, i ragazzi sono andati in campo e hanno risposto bene. La squadra avversaria non era di grande valore, però fare 5 gol non è così semplice“. Sono le parole, ai microfoni Rai, del Ct dell’Italia, Roberto Mancini, al termine della partita di qualificazione mondiale vinta 5-0 contro la Lituania. Commentando anche lo 0-0 tra Irlanda del Nord e Svizzera, che aiuta l’Italia in classifica, per Mancini l’importante è “mantenere la calma e la tranquillità per non avere problemi”.

IL TABELLINO DI ITALIA-LITUANIA

Italia (4-3-3): Donnarumma (46′ Sirigu); Di Lorenzo, Acerbi, Bastoni, Biraghi (46′ Calabria); Pessina, Jorginho (61′ Castrovilli), Cristante; Bernardeschi (61′ Scamacca), Raspadori, Kean (73′ Berardi); Ct Roberto Mancini.

Lituania (4-2-3-1): Setkus; Lasickas, Klimavicius (83′ Tutyskinas), Utkus (46′ Satkus), Slavickas (46′ Barauskas); Dapkus (46′ Megelaitis), Slivka; Kazlauskas, Verbickas, Novikovas; Dubickas (73′ Uzela); Ct Valdas Urbonas (in panchina Razanauskas).

Reti: 11′ e 29′ Kean (I), 14′ aut. Utkus (L), 24′ Raspadori (I), 54′ Di Lorenzo (I).
Arbitro: Craig Pawson (Ing).
Ammonito: Klimavicius (L).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»