Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

L’uragano Dorian visto dallo Spazio: la mappa della devastazione grazie a Sentinel-1

La Nasa ha attivato il suo programma dedicato ai disastri naturali, creando in breve tempo la mappa della zona colpita dal terribile uragano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://www.youtube.com/watch?v=pxBJHkPZgfs&feature=youtu.be

L’immagine apocalittica di una vasta spirale bianca con al centro un temibile occhio che minaccia i Caraibi è stata osservata da decine di migliaia di persone in tutto il mondo grazie alle immagini riprese dallo Spazio. E’ l’uragano Dorian, che da giorni imperversa sugli Stati Uniti del Sud e sulla fascia caraibica. La scorsa settimana è stato drammatico il suo passaggio sulle Bahamas: si contano decine di morti e migliaia di dispersi, almeno stando al motore di ricerca che è stato creato ad hoc per aiutare le persone a ritrovare i propri cari.

Una cronaca fedele del viaggio distruttivo dell’uragano Dorian è arrivata dall’astronauta italiano Luca Parmitano, impegnato nella missione Esa Beyond. Tramite il suo profilo Twitter, @Astro_Luca ha raccontato il viaggio dell’uragano grazie alle potenti immagini da lui stesso scattate dalla cupola della Stazione spaziale internazionale: una finestra sulla nostra Terra, che viene ripresa durante le quindici orbite quotidiane.

La prima foto è del 31 agosto e mostra “l’occhio della tempesta”, mentre il giorno successivo la foto dallo Spazio ritrae una Portorico intatta, fortunatamente scampata alla devastazione. Parmitano pubblica anche quattro scatti dell’uragano, foto impressionanti che suggeriscono il potenziale catastrofico di Dorian. Stessa cosa il giorno successivo, tra lo stupore degli utenti. Il 3 settembre la foto è perpendicolare all’occhio del ciclone e lo mostra in tutta la sua maturità. La sensibilità di Parmitano nei confronti dei feniomeni naturali è nota, così come il suo grande interesse per i cambiamenti climatici. Le immagini e i post dell’astronauta di Paternò ci testimoniano, però, anche altro: l’aiuto che può arrivare dallo Spazio per risolvere i guai della Terra.

Proprio nel caso dell’uragano Dorian, ad esempio, la Nasa ha attivato il suo programma dedicato ai disastri naturali, creando in breve tempo la mappa della zona colpita alle Bahamas, evidenziando le zone in cui la devastazione è stata più pesante. L’area più colpita è quella di Marsh Harbour, nelle isole Abaco, nelle Bahamas del nord. Questo ha permesso all’Agenzia caraibica che si occupa di emergenza di individuare in quali zone l’intervento di soccorso era più urgente e di agire di conseguenza.

La mappa della Nasa è stata realizzata grazie a Sentinel-1, satellite del programma europeo Copernicus dedicato all’osservazione della Terra. Le sentinelle attive finora sono cinque, tutte basate su una coppia di satelliti. Per il 2020 è atteso il lancio di Sentinel-6.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»