Gentiloni spinge sulla Siria: “Superare il regime di Assad”

"Tempo fa-spiega Gentiloni- eravamo soli a sostenere questa posizione. Oggi l'idea di una transizione che porti al cambio della dittatura si va diffondendo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “La posizione dell’Italia e’ coerente sin dall’inizio della fase acuta della crisi. Noi riteniamo che oltre al contenimento e il contrasto militare a Daesh, sia necessaria una transizione politica per arrivare al superamento dell’attuale regime e guida di Assad. Una transizione che non crei nuovamente quel vuoto di potere e istituzioni che in altri contesti e stato all’origine ulteriori tragedie”. Lo dice il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni nel corso del question time alla Camera, sull’ipotesi di un intervento militare della Nato Siria. “Tempo fa-prosegue- eravamo soli a sostenere questa posizione. Oggi l’idea di una transizione che porti al cambio della dittatura si va diffondendo”.

Assad
Assad

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»