hamburger menu

In Kenya urne aperte ma voto sospeso per problemi tecnici in 5 aree

I cittadini del Paese africano si apprestano oggi a scegliere il successore del presidente Uhuru Kenyatta

09-08-2022 12:24
elezioni kenya-min
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – È cominciata con una parziale sospensione del voto per problemi tecnici in cinque aree del Paese la giornata elettorale del Kenya. I cittadini del Paese africano si apprestano oggi a scegliere il successore del presidente Uhuru Kenyatta, giunto alla fine del suo secondo e ultimo mandato come capo dello Stato, oltre che a rinnovare la composizione dell’Assemblea nazionale e del Senato e a eleggere i governatori e i deputati delle 47 contee del Paese. Poche ore prima dell’inizio del voto l’Independent Electoral and Boundaries Commission (Iebc), l’organismo elettorale kenyano, ha annunciato la sospensione delle elezioni per il governatore nelle contee di Kakamega, nell’ovest del Paese, e di Mombasa, area costiera il cui omonimo capoluogo è la seconda città più popolosa del Kenya.

Il voto per eleggere i deputati del Parlamento è stato invece sospeso nei collegi elettorali di Kacheliba e Pokot South, situate entrambe nella contea occidentale di West Pokot, e poi, questa mattina, a seggi già aperti, nel governatorato di Rongai, nella contea meridionale di Nakuru. In quest’ultima zona, stando a quanto riporta il quotidiano Nation, si sono anche verificate delle proteste. All’origine della decisione dell’Iebc, secondo quanto affermato dal presidente Wafula Chebukati, ci sarebbero una serie di errori tecnici sulle schede elettorali, fra i quali la pubblicazione di foto sbagliate dei candidati.

LEGGI ANCHE: Kenya, l’attivista degli shona: “Votiamo per la prima volta, è un sogno”

Sul suo profilo Twitter l’organismo elettorale ha pubblicato foto di code ai seggi in diverse aree del Paese. Alle urne si sono già recati Kenyatta e i due principali aspiranti alla sua successione, stando a quanto rilevato dai sondaggi sulle intenzioni di voto pubblicati dai media di Nairobi: l’attuale vice presidente William Ruto e l’ex primo ministro Raila Odinga Ruto, 55 anni, rappresentate della coalizione Kenya Kwanza (Kk), è il candidato che esprime la maggiore discontinuità dal presidente in carica, nonostante il suo attuale incarico istituzionale. Odinga, 77 anni, volto dell’Orange Democratic Movement (Odm) ex primo minstro ed ex acerrimo rivale di Kenyatta, è invece l’aspirante capo dello Stato sostenuto dal presidente.

Fra i temi centrali della campagna elettorale ci sono il contrasto all’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità e all’inflazione, la lotta contro il terrorismo e la corruzione e le politiche per affrontare la disoccupazione, che si attesta in aumento al 5,7 per cento secondo i dati della Banca Mondiale. Sulle elezioni aleggia inoltre il timore della violenza politica. Nel 2017 il voto fu seguito da scontri fra i sostenitori di Kenyatta e di Odinga, uscito sconfitto dalle urne.
Nelle violenze persero la vita più di dieci persone, mentre circa un centinaio rimasero ferite.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-09T12:24:54+02:00