A Pantelleria premiati i vincitore dell’Ennio Fantastichini 2020

Per le interpretazioni in 'Favolacce' e 'La paranza dei bambini'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ileana d’Ambra, per la sua interpretazione in “Favolacce”, e Francesco Di Napoli, per il suo ruolo ne “La Paranza dei bambini”, hanno vinto il Premio Ennio Fantastichini 2020. Ieri la premiazione in Piazza Cavour a Pantelleria in una serata condotta da Beppe Convertini, presentatore del programma Rai “C’è tempo per…” con madrina d’eccezione Isabella Ferrari.

Tra gli ospiti d’onore Alessandro Haber che ha ricordato, commosso, il suo migliore amico di cui si è definito “angelo custode”. Insieme hanno sfidato il vento che ha ritardato l’inizio della serata: i contributi visivi sono stati proiettati sulla chiesa di piazza Cavour. “Una soluzione creativa che sarebbe piaciuta a Ennio”, il commento di Marta Bifano, organizzatrice dell’evento. Sul palco il figlio di Ennio, Lorenzo Fantastichini, accompagnato dalla madre Nadia d’Errico. Ida Sansone ha letto alcune poesie scritte da Nadia e dedicate a Ennio. Ai vincitori è stata assegnata un’opera unica al mondo, realizzata dal Magister dell’ultima maestranza dell’antico ordine dei Mastri Scalpellini Commacini, in pantellerite, pietra lavica simbolo dell‘isola di Pantelleria. “Una scultura che s’ispira all’anima di Ennio, al suo spirito libero amante della Bellezza, della Cultura e della Musica – spiega Giacomo Formigari Bernardelli, ideatore del concept – Ogni opera risuona di una propria, unica e irripetibile frequenza, studiata in fase di lavorazione. Come ogni pezzo, a ogni edizione, ciascun attore e attrice otterrà una propria frequenza, espressione unica dell’essere differentemente attore”. Un premio alla carriera è stato poi conferito ad Antonio Quattromani, una vita da Make up Artist. Il Premio, infatti, sceglierà ogni anno di consacrare la professionalità di chi contribuisce a rendere grande il nostro cinema ‘dietro le quinte’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»