È di Viviana Parisi il cadavere ritrovato nei boschi di Caronia, si cerca il bimbo

Il corpo era irriconoscibile, ma la fede ha sciolto i dubbi. L'autopsia chiarirà le cause della morte. Del bambino non c'è traccia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Il corpo ritrovato ieri pomeriggio in una boscaglia di Caronia, in provincia di Messina, sarebbe di Viviana Parisi, la donna di 43 anni scomparsa lunedì insieme con il figlio Gioele. Il cadavere è irriconoscibile, ma la fede trovata al dito ha sciolto gli ultimi dubbi. Il corpo è stato trovato dai vigili del fuoco poco distante dal luogo in cui madre e figlio erano stati visti per l’ultima volta, l’autostrada A20 Palermo-Messina: dopo un lieve incidente Parisi si era allontanata con il figlio. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta dalla procura di Patti.

L’ultima parola sulle cause della morte di Viviana Parisi arriverà dall’autopsia. “Al momento tutte le ipotesi sono plausibili- ha affermato il procuratore di Patti, Angelo Cavallo- dall’incidente al gesto estremo”. Forze dell’ordine e vigili del fuoco, intanto, proseguono con le ricerche del piccolo Gioele, il bimbo di quattro anni scomparso assieme alla madre lunedì subito dopo un lieve incidente sull’autostrada A20 Messina-Palermo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»