Migranti, Sala smentisce: “Tendopoli a Milano? Macché”

La valutazione della soluzione tende per i migranti aveva suscitato critiche e allarmismi da parte dell'opposizione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO –  “Attualmente sono circa 3.200 le persone che trovano ospitalità a Milano e in funzione di ulteriori esigenze si potranno aggiungere alcune tende per la prima accoglienza, che si aggiungeranno a quelle già sistemate all’interno dell’ex Centro di via Corelli e della caserma Mancini. Non è prevista, dunque, alcuna tendopoli in altri luoghi della città”. Lo dice il sindaco di Milano Beppe Sala per chiarire le affermazioni fatte questa mattina in cui si era parlato di tende per accogliere i migranti e che quindi aveva suscitato critiche e allarmismi da parte dell’opposizione: “La situazione dei migranti nella città è nel pieno controllo delle autorità competenti. Preciso questo a beneficio dei campioni del comunicato stampa un tanto al chilo che vogliono descrivere una città allo sbando che non esiste. I problemi si affrontano e si risolvono con il buon senso e tanto lavoro”, dichiara il sindaco dopo le critiche piovutegli soprattutto dall’assessore regionale all’immigrazione Simona Bordonali, a cui hanno fatto da eco diversi malumori provenienti dal centrodestra su presunte tendopoli.


LEGGI ANCHE

Altri profughi in arrivo a Milano, Sala pensa alle tendopoli

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»