L’appello di Papa Francesco 70 anni dopo Nagasaki: “L’umanità bandisca le armi nucleari”

"L'unico modo di vincere una guerra e' non farla", dice il Papa durante l'Angelus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’umanita ripudi per sempre la guerra, bandisca le armi nucleari e ogni arma di distruzione di massa”. Lo dice Papa Francesco nel corso dell’Angelus in piazza San Pietro.

Papa Francesco

“70 anni fa il, il 6 e il 9 agosto del 1945, avvennero i tremendi bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki. A distanza di tanto tempo, questo tragico evento suscita ancora orrore e repulsione”, ed e’ “diventato il simbolo smisurato del potere distruttivo dell’uomo quando fa un uso distorto dei progressi della scienza e della tecnica”. Lo dice Papa Francesco nel corso dell’Angelus in piazza San Pietro, e poi aggiunge: “Ed e’ un monito perenne all’umanita’ affinche’ ripudi per sempre la guerra e bandisca le armi nucleari e ogni arma di distruzione di massa”. “Questa triste ricorrenza- prosegue il Papa- ci chiama a pregare e a impegnarci per la pace e per diffondere nel mondo uu’etica di fraternita’ e un clima di serena convivenza tra i popoli”. Da ogni angolo della terra “si levi una sola voce: no alla guerra, no alla violenza. Si al dialogo, si alla pace. Con la guerra sempre si perde. L’unico modo di vincere una guerra e’ non farla“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»