NEWS:

Storica Jasmine Paolini: prima volta di una italiana alle semifinali di Wimbledon

Non aveva mai vinto una partita in questo torneo, e ora ne ha messe in fila cinque

Pubblicato:09-07-2024 22:33
Ultimo aggiornamento:10-07-2024 11:55
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Mai nessuna italiana aveva centrato l’accesso alle semifinali di Wimbledon. Prima volta storica quindi per Jasmine Paolini, che ha letteralmente travolto in due set la statunitense Emma Navarro 6-1, 6-2. Partita vinta in 57 minuti. Ora sulla sua strada troverà giovedì la croata Donna Vekic.

Unica Jasmine Paolini. Lei addirittura non aveva mai vinto una partita in questo torneo, e ora ne ha messe in fila cinque, sfoderando un tennis ‘erbivoro’ che forse nemmeno lei sapeva di avere. Jasmine Paolini, si legge su supertennis.tv, è la quarta giocatrice italiana raggiungere per due volte una ‘semi’ Slam (Schiavone, Errani e Pennetta le altre).

E ‘virtualmente’ sale al quinto posto del ranking, eguagliando il miglior piazzamento della sua amica e compagna di doppio Sara Errani.


“E’ incredibile, è eccezionale vincere una partita così in questo campo- le parole a caldo di una Jasmine emozionata e felice- Sono talmente contenta in questo momento che non trovo le parole. E’ davvero speciale. E’ un sogno essere qui in semifinale. Da bambina guardavo le fasi finali di questo torneo ed ora mi sembra incredibile di essere proprio io qui in semifinale a Wimbledon. Oggi ho giocato proprio un gran match: lei è una tosta come avversaria, infatti ci avevo perso tre volte su tre. Quindi devo aver fatto proprio una bella partita stavolta…”.

Primo trofeo da ‘1000’, prima finale al Roland Garros e sull’erba dell’All England Club non è ancora finita: “Contro Vekic certo che sarà dura: in semifinale giochi contro avversarie forti. Per essere arrivata a questo punto del torneo vuol dire che sta giocando bene. Cercherò di dare il cento per cento, combatterò su ogni palla. Sono davvero riconoscente e felice di poter giocare un’altra partita davanti a voi”, ha concluso Paolini con un sorriso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy