Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ritrovati i corpi di nove migranti dispersi al largo di Lampedusa

Il naufragio risale allo scorso 30 giugno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – La Guardia costiera ha individuato a novanta metri di profondità al largo dell’isola di Lampedusa il barchino e i corpi dei nove migranti che erano rimasti dispersi nel naufragio del 30 giugno. A disporre la ricerca dei corpi dei migranti era stato il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, e così lunedì scorso nave Dattilo, con a bordo gli operatori subacquei del quinto Nucleo della Guardia costiera, ha iniziato le operazioni. Il relitto e i corpi sono stati rilevati dal robot sottomarino Rov. Un corpo è stato rinvenuto adagiato all’interno dello scafo, mentre altri otto sul fondale adiacente. Le ricerche continueranno nei prossimi giorni appena le condizioni meteo lo consentiranno. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»