Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 9 luglio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PRESCRIZIONE, NEL M5S TUTTI CONTRO TUTTI

E’ caos nel Movimento Cinque Stelle, il giorno dopo l’approvazione in consiglio dei ministri della riforma della giustizia. La delegazione pentastellata ha votato a favore. Ma oggi Giuseppe Conte invita a “non cantare vittoria”. L’ex premier spiega che sulla prescrizione ritorna “l’anomalia italiana. Chi canta vittoria non trova il mio consenso”, ribadisce. Alcuni deputati arrivano a chiedere di uscire dal governo. “L’unica cosa da fare adesso è essere coerenti: non ci sono più le condizioni per restare nell’esecutivo”, dice ad esempio Giulia Sarti. “Se al governo non conti nulla meglio stare fuori”, le fa eco Vittorio Ferraresi (M5s), ex sottosegretario alla Giustizia. Per Alessandro Di Battista, i ministri Cinque Stelle si sono calati le braghe, “intimoriti o interessati hanno dato prova di incapacità politica, pavidità, accidia e inadeguatezza. Roba da chiedere scusa ai milioni di elettori”.

RAI, LE NOMINE DI DRAGHI: AD FUORTES, PRESIDENTE SOLDI

Sara’ Carlo Fuortes il prossimo amministratore delegato della Rai. Per il ruolo di presidente, il governo propone Marinella Soldi. L’esecutivo ha infatti dato seguito agli obblighi di legge in vista dell’assemblea dei soci chiamata a votare il cda, convocata per il prossimo 12 luglio. Il Ministro dell’economia Daniele Franco, d’intesa con il Presidente del Consiglio Mario Draghi, proporrà alla prossima riunione del Cdm Marinella Soldi e Carlo Fuortes quali componenti del Consiglio di Amministrazione di RAI S.p.A.. Carlo Fuortes verrà proposto, in sede di Assemblea della società, per il ruolo di Amministratore delegato. In questo modo il governo rispetta i tempi dettati dalla legge mentre il Parlamento ha rinviato la nomina dei membri di competenza al 14 luglio.

PAPA FRANCESCO STA MEGLIO, DOMENICA ANGELUS DAL GEMELLI

Papa Francesco sta bene. Domenica celebrera’ l’Angelus dal 10° piano del Policlinico Gemelli. Ieri Bergoglio, reduce da un intervento all’intestino, ha trascorso una giornata tranquilla, con un normale decorso clinico. Ha continuato ad alimentarsi regolarmente ed ha proseguito le cure programmate. Il Papa ha passeggiato nel corridoio ed ha ripreso il lavoro alternandolo con momenti di lettura di testi. Nel pomeriggio ha celebrato la Santa Messa nella Cappella dell’appartamento privato alla quale hanno partecipato quanti lo assistono in questi giorni di degenza. Bergoglio ringrazia per i numerosi messaggi di affetto e chiede di continuare a pregare per lui.

L’ITALIA DEL COVID, DAL CROLLO ALLA RIPRESA

La pandemia ha paralizzato il paese, ma la ripresa e’ migliore delle aspettative. E’ la fotografia dell’Italia alle prese con il Covid che fa l’Istat nel suo ventinovesimo rapporto annuale, presentato oggi alla Camera dal presidente Giancarlo Blangiardo. Dal crollo delle nascite al crollo dei consumi, alla forte crescita della povertà assoluta: il Covid ha messo a dura prova il Paese. Ma ora l’Italia può guardare con fiducia al futuro grazie all’impatto positivo del piano di ripresa sul Pil, con un innalzamento del livello del Pil, rispetto allo scenario base tra il 2,3 e il 2,8. L’Italia comincia a riprendere ritmi e tempi di vita vicini alla normalità. “Nel 2020 il Pil è tornato a livelli del 1998”, dice Blangiardo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»