Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Contagi in aumento in Campania, l’allarme di De Luca: “È un dato preoccupante”

vincenzo de luca
"Se il trend è questo noi non arriveremo a ottobre, dovremo fare nuove chiusure già a fine agosto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Oggi su 7600 tamponi abbiamo 226 positivi. È un dato preoccupante”. Lo dice, in una diretta Facebook, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “A luglio dello scorso anno – sottolinea – non avevamo praticamente nessun positivo. Allora, rendiamoci conto del pericolo che stiamo correndo”.

LEGGI ANCHE: Covid, Gimbe: “I contagi risalgono, quasi 6 milioni di over 60 a rischio variante Delta”

“Se il trend è questo – avverte il governatore – noi non arriveremo a ottobre, dovremo fare nuove chiusure già a fine agosto”.

“L’ORDINANZA È UN OBBLIGO DI LEGGE, MASCHERINA OPPURE SANZIONI”

“È necessario indossare la mascherina all’aperto, invito le forze dell’ordine e le polizie municipali a essere meno rilassate. Non stiamo scherzando, l’ordinanza non è una carta firmata da me, ma un obbligo di legge”. Lo dice il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca durante una diretta trasmessa sulla sua pagina Facebook. “Li invito procedere con le sanzioni per chi non la indossa e per chi la tiene sul collo, cioè gli imbecilli doppi che si prendono il fastidio di portare la mascherina senza il beneficio della protezione. La mascherina – aggiunge – va tenuta sulla bocca e sul naso. Non è un grande sacrificio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»