fbpx

Tg Lazio, edizione del 9 luglio 2020

Ecco i titoli del Tg Lazio dell’edizione di oggi:

ROMA, FRODI E CORRUZIONE IN APPALTI FORZE ARMATE: 31 INDAGATI

Trentuno indagati, di cui 7 finiti ai domiciliari, tra imprenditori e Forze armate che avevano formato un vero e proprio ‘cartello’ con il fine di non farsi concorrenza nella fornitura dei nuovi distintivi di grado delle divise. L’accusa è frode nelle forniture, corruzione, turbativa d’asta negli appalti per gli approvvigionamenti delle forze armate. E’ l’esito dell’indagine della Squadra Mobile di Roma secondo cui sarebbero emersi, oltre che i collaudati sistemi per le suddette forniture, anche episodi delittuosi commessi da ufficiali dell’Aeronautica Militare, in condizione, secondo i magistrati, di “stabile asservimento ad interessi privati”.

SPERANZA E MANFREDI VISITANO REITHERA: IN PRIMA LINEA PER VACCINO

Prosegue la corsa al vaccino per il covid 19. Questa mattina i ministri della Salute e dell’Università e Ricerca, Roberto Speranza e Gaetano Manfredi, accompagnati dal commissario straordinario Domenico Arcuri, hanno fatto visita alla casa farmaceutica impegnata nella ricerca del vaccino, Reithera, a Castel Romano alle porte di Roma. “L’Italia- ha detto Speranza- con le sue donne e i suoi uomini è in prima linea per questo grande risultato. E’ bello che ci siano realtà come questa”. Dello stesso avviso anche il ministro Manfredi che ha parlato di “una realta’ fatta di talento, tradizione e giovani di valore”.

A ROMA ALTRI 14 POSITIVI RIFERIBILI A CONTATTI CON RIENTRI VOLI DACCA

Proseguono i controlli sui possibili casi riferibili ai rientri dal Bangladesh a Roma e nel Lazio. Sugli ulteriori 200 tamponi effettuati, sono 14 i nuovi positvi che, fanno sapere dall’Unità di Crisi del Lazio, sono stati posti in isolamento e stanno bene. A questo proposito l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato ha ringraziato la comunita’ bengalese di Roma e l’Ambasciata in Italia “che stanno offrendo la massima collaborazione”. Intanto, altri 5 positivi sono emersi dai controlli sui 97 passeggeri autorizzati ieri a sbarcare a Fiumicino del volo della Qatar Airways.

PICCHIÒ CLIENTE A FIUMICINO, RESPINTO RICORSO TASSISTA PER LICENZA

Aveva colpito un passeggero con un pugno all’aeroporto di Fiumicino, lo scorso novembre. A seguito del grave accadimento il Comune di Roma gli revocò la licenza da tassita, ora, tale decisione diventa definitiva grazie alla sentenza del Tar che, respongendo il ricorso del tassista, ha dato ragione al Campidoglio. A darne notizia è statao l’assessore capitolino ai Trasporti, Pietro Calabrese che, riportando le motivazioni del Tribunale amministrativo ha spiegato che “l’amministrazione
‘ha esercitato in modo logico, coerente e proporzionato il potere di revoca’. “Questa sentenza- ha aggiunto Calabrese- sancisce che chi compie atti violenti non puo’ pensare di passarla liscia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

9 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»