In Abruzzo arriva la ‘Trabocchi line’: in treno al mare con 20 corse

Trenitalia e Regione Abruzzo insieme per promuovere sostenibilità e fruibilità
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Godere della Costa dei Trabocchi arrivando e tornando in treno grazie a ‘Trabocchi Line’, il progetto promosso dalla Regione Abruzzo insieme a Trenitalia che, fino al 13 settembre, metterà a disposizione di turisti e cittadini 20 corse giornaliere (16 la domenica), tra andata e ritorno. Un progetto finanziato con 5 milioni di euro che coinvolgerà tutte le stazioni di Pescara (Centrale, Porta Nuova e Tribunale) con arrivo in quelle di Francavilla al Mare, Tollo, Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia, Porto di Vasto e Vasto San Salvo per arrivare fino a Termoli. A presentare l’iniziativa in conferenza stampa questa mattina il sottosegretario alla presidenza con delega ai Trasporti, Umberto D’Annuntiis, l’assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo e Mauro Trotta, direttore regionale Abruzzo di Trenitalia.

Un nuovo tassello nell’ottica del “turismo sostenile”, è stato sottolineato, con i convogli che partiranno nei giorni festivi dalle 5.05 e dalle 7.05 nei festivi. L’iniziativa ‘leisure’ Trenitalia rientra nella campagna ‘riparTIAMOitalia’ e si aggiunge, ha sottolineato Trotta, alle altre offerte promosse dalla società. Dai faraglioni di Ortona alla Riserva di Punta Aderci, un viaggio dagli scenari magici che porterà dunque direttamente in spiaggia o, vista la possibilità di portare le bici in treno, di fare sport lungo uno degli scorci più belli del territorio. Un’iniziativa che è anche, ha sottolineato Febbo, una sperimentazione in vista dell’inaugurazione della lunga pista ciclabile che attraverserà la costa e sarà inaugurata l’anno prossimo sebbene con la possibilità, ha sottolineato, di aprire alcuni tratti entro l’estate.

“Un’ulteriore iniziativa- ha sottolineato D’Annuntiis- che, grazie alla sinergia con Trenitalia, favorisce una perfetta fruizione di un tratto di costa estremamente suggestivo che va da Pescara a San Salvo e che arriva fino a Termoli, in Molise. Si potrà decidere di scendere in una qualsiasi stazione per godere appieno delle bellezze naturalistiche e delle prelibatezze enogastronomiche”.

“Si tratta- ha aggiunto Febbo- di una scelta perfettamente in linea con il programma di sviluppo turistico della Regione che ci vede puntare sul turismo lento e su quello green, totalmente sostenibile a livello ambientale. E non poteva essere diversamente visto che siamo la Regione verde d’Europa. In più- ha aggiunto- va detto che questa scelta si coniuga sia con il progetto ‘mob’, lanciato già lo scorso anno, che consisteva nella promozione dell’intermodalità treno-bici-bus sia con la strategia, che abbiamo messo in piedi, in grado di trasformare la Costa dei Trabocchi e, quindi, il trabocco in generale in uno degli elementi maggiormente caratterizzanti il brand Abruzzo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»