Sì della Camera al dl Rilancio: dalla rottamazione delle auto all’ecobonus, ecco le principali misure

Il provvedimento finanziato con 55 miliardi in deficit approda ora al Senato dove verrà licenziato senza modifiche
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’aula della Camera ha dato il via libera al decreto Rilancio con 278 sì, 187 no e 1 astenuto. Il provvedimento da 266 articoli e finanziato con 55 miliardi in deficit ora approda al Senato dove verrà licenziato senza modifiche.

Ecco le principali novità inserite in commissione Bilancio a Montecitorio

– ROTTAMAZIONE AUTO: Incentivo da 3.500 euro per chi rottama una vettura vecchia di dieci anni e acquista una Euro 6. Il contributo a carico dello Stato è di 1.500 euro, duemila per il concessionario e vale dal 1° agosto al 31 dicembre 2020. Il bonus è dimezzato senza rottamazione. Sale fino a 10 mila euro lo sconto sulle ibride ed elettriche.

– ECOBONUS AL 110%: esteso a tutte le seconde case, villette a schiera comprese. Ogni proprietario potrà realizzare lavori di riqualificazione energetica ed antisismica su due abitazioni. La detrazione è stata allargata agli enti del Terzo settore e alle associazioni e società sportive dilettantistiche che potranno ristrutturare gli spogliatoi. Il superbonus vale fino al 31 dicembre 2021, ma per le ex case popolari il termine è giugno 2022.

– SCUOLA, CONGEDI E CENTRI ESTIVI: 150 milioni in più per le scuole paritarie. I genitori di bambini fino a 12 anni potranno chiedere il congedo Covid al 50% per un altro, mese fino al 31 agosto. I centri estivi per i ragazzi si occuperanno della fascia di età da 0 a 16 anni.

– CARTA IDENTITA’: I documenti di riconoscimento scaduti saranno validi per tutto il 2020.

– REM: fino al 30 settembre lo prenderanno anche i nuclei che occupano abusivamente un immobile se ci sono minori, malati gravi o disabili.

– LAVORO: Prorogati i contratti a termine e di apprendistato sospesi nel periodo dell’emergenza. Garantito lo smart working a tutte le persone con disabilità o con patologie a rischio. Il Durc in scadenza sarà valido fino al 31 ottobre. Sarà possibile anticipare le 4 settimane di cig previste tra settembre e ottobre.

– IMU: Sconto del 20 per cento per chi paga tramite Rid sul conto corrente.

– COMUNI: 40 milioni per le zone rosse escluse e 20 milioni per gli enti in dissesto

– MEDICI E INFERMIERI: Bonus da duemila euro per i camici bianchi in prima linea durante la fase acuta della pandemia e 128 milioni di euro per i contratti degli specializzandi fino al 2026.

– INVALIDI TOTALI: La pensione sale da 285 a 516 euro.

– BERGAMO E BRESCIA: capitali italiane della cultura nel 2023.

– SFRATTI: Blocco allungato fino a dicembre.

– BICI: 20 milioni aggiuntivi per coprire il bonus sull’acquisto.

– CONCESSIONI: Proroga di due anni per le concessioni già in essere per la gestione degli aeroporti e fino al 2033 per le spiagge.

– PALETTI A POTERI MEF: Il Tesoro potrà rimodulare i fondi non spesi per le misure Covid solo entro l’anno e dopo il parere delle commissioni competenti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»