VIDEO | Regionali Campania, Ciarambino: “De Luca e Caldoro i Vanna Marchi della politica”

"Sfido i miei avversari a un confronto" dichiara la candidata dei Cinquestelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
NAPOLI – “Siamo la prima forza politica in Campania”. Cosi’ la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino aprendo la conferenza di presentazione della sua candidatura al teatro Sannazzaro di Napoli. Dei suoi sfidanti, il governatore uscente del Pd Vincenzo De Luca e il candidato del centrodestra Stefano Caldoro, la capogruppo 5 Stelle dice che sono “i Vanna Marchi in versione maschile della politica, persone che hanno avuto gia’ l’opportunita’ di governare questa terra, che non hanno risollevato di un millimetro dal baratro questa regione. Siamo ultimi nei servizi essenziali in tutte le classifiche europee e oggi continuano a spararla grossa”. A De Luca, che ieri aveva preannunciato un “miracolo economico” in Campania nei prossimi anni, Ciarambino risponde che “l’unico boom non e’ quello economico, ma quello delle sparate di questi personaggi. Noi puntiamo invece su proposte concrete e realizzabili”.  LEGGI ANCHE: De Luca: “La Campania sarà la terra del nuovo miracolo economico”

CIARAMBINO: “SFIDO DE LUCA E CALDORO A UN CONFRONTO”

Sfido De Luca e Caldoro a un confronto sui temi da tenersi prima della pausa estiva. I cittadini devono sapere”. È la proposta lanciata dalla candidata M5s alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino, che ha nuovamente invitato i candidati del centrosinistra e centrodestra a “firmare il Patto Liste Pulite. Hanno tempo fino al deposito delle liste, ma ad oggi nessuna risposta e’ pervenuta, al netto della risposta in politichese di Caldoro che vuol dire che non firma niente. Mi risulta – aggiunge la capogruppo 5 Stelle – che stia gia’ imbarcando gli impresentabili che aveva in Consiglio regionale dove ci sono persone con problemi giudiziari legati al voto di scambio politico-mafioso”.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»