hamburger menu

Trend Micro: 89% aziende colpito da attacchi cyber, milioni di perdite

Le aziende del settore petrolifero e del gas sono le più colpite

ROMA – Nell’ultimo anno l’89% delle organizzazioni nei settori elettrico, oil&gas e manifatturiero ha subito un attacco cyber che ha danneggiato la produzione e la fornitura di energia. Il dato emerge da “The State of Industrial Cybersecurity”, l’ultimo studio di Trend Micro, leader globale di cybersecurity. Le organizzazioni che hanno preso parte allo studio e che hanno subito un’interruzione cyber della loro tecnologia OT e dei sistemi di controllo industriale (ICS), ammettono danni finanziari medi per circa 2,8 milioni di dollari.

Le aziende del settore petrolifero e del gas sono le più colpite. Il 72% delle organizzazioni ha ammesso di aver subito un’interruzione cyber agli ambienti ICS/OT almeno sei volte nel corso dell’ultimo anno.
Questi i risultati principali dello studio, che ha coinvolto 900 responsabili della sicurezza informatica ICS in Germania, Stati Uniti e Giappone, nei settori manifatturiero, petrolifero ed elettrico: il 40% del campione non è riuscito a bloccare l’attacco iniziale; il 48% di coloro che affermano di aver subito delle interruzioni, non sempre apporta miglioramenti per ridurre al minimo i futuri rischi informatici; Gli investimenti futuri in sistemi cloud (28%) e implementazioni 5G private (26%) sono i principali fattori che guidano i progetti di cybersecurity; Gli ambienti OT tendono a essere, in media, meno maturi dell’IT in termini di sicurezza basata sul rischio L’aumento di cloud, edge e 5G negli ambienti ibridi IT e OT ha trasformato rapidamente le operazioni e i sistemi industriali.

“In tutto il mondo assistiamo alla digitalizzazione delle industrie, che vogliono promuovere una crescita sostenibile. Questo processo ha dato origine a una serie di minacce difficili da mitigare e che provocano gravi danni finanziari e reputazionali”, ha affermato Gastone Nencini, Country Manager di Trend Micro Italia, aggiungendo che “la gestione efficace degli ambienti IT e OT, strettamente collegati in rete, richiede un partner esperto che abbia la lungimiranza e le capacità necessarie per fornire la migliore protezione in entrambi gli ambienti”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-09T16:11:28+02:00