hamburger menu

Al via la Rome Fashion Week, in tre giorni cinquanta espositori e 150 collezioni

Appuntamento nel padiglione 1 della Fiera di Roma dall’11 al 13 Giugno. “Be fashion again” è lo slogan della manifestazione

Rome Fashion Week

ROMA – Buyer e rivenditori provenienti da tutto il mondo per Rome Fashion Week – RFW2022, il consueto appuntamento sostenuto da Regione Lazio e dalla Camera di Commercio Roma dedicato al mondo dell’abito da cerimonia che apre i battenti nel padiglione 1 della Fiera di Roma dall’11 al 13 Giugno 2022. “Be fashion again” è lo slogan della manifestazione, ideata dai manager Fabio Ridolfi e Andrew Lookman, che consentirà di scoprire in anteprima le nuove collezioni 2023 e conoscere le ultime novità e tendenze del mondo sera, gran sera e cerimonia. Saranno 50 gli espositori per un totale di 150 collezioni. “Un imprenditore non può essere pessimista” – dicono Ridolfi e Lookman – “Lo abbiamo riscontrato ancora una volta grazie ai nostri brand espositori che, nonostante il periodo ancora difficile a causa del fermo dovuto alla pandemia, continuano a credere e a investire nelle manifestazioni di settore. La moda sera e cerimonia ha subito, inevitabilmente, un pesante contraccolpo. Eppure, le aziende non si sono arrese. E neanche noi. Dunque, anche in questa occasione, potremo ammirare le nuove collezioni frutto di creatività, fantasia e resilienza”.

ALTA MODA E MADE IN ITALY

Colori e tessuti preziosi, tra eleganza e ecosostenibilità. La risposta unanime dei creativi del mondo sera e cerimonia si riconferma nella scelta di tinte vivaci e materiali di altissima qualità. Pur restando citazioni della tradizione sia per le creazioni da sera che da cerimonia ai colori mai fuori moda come il nero ed il bianco, tornano tessuti dai colori vivaci e le stampe che rappresentano elementi della natura e geometrie.
In ogni creazione è possibile ritrovare un sentimento ottimista verso il futuro e un forte desiderio di ritornare ad uscire e viaggiare. Le collezioni della prossima stagione raccontano la bellezza del nostro pianeta proprio grazie ad una ricerca di colori intensi che la natura ci offre: l’azzurro cielo, il verde delle vallate, il giallo del sole, l’arancione ed il rosso dei tramonti, il viola ed il blu notte.
Grande ritorno di tessuti impalpabili come sete naturali, organza e voile, associati a tessuti con paillettes, lurex, chiffon laminati e accessori gioiello. Le collezioni in fiera rappresentano quel made in Italy che tutto il mondo continua ad invidiarci.

LE COLLEZIONI

Al RFW 2022 presentano le loro collezioni: Nicole Moments, Party Edit by Pronovias e Marchesa, Rosa Clarà Marfil, Morilee, Maestri Group, Susanna Rivieri, Lexus, Arax Gazzo, Carla Ruiz, Christian Koehlert, Joseph Ribkoff, Luigi Convertini, Lella Chatié, Matilde Cano, Cautieri Cerimonia, Vivien Luxury, Maria Coca, Frank Lyman Design, Thomas Pina, D’Andrea Collection, MG Arcione, Elisabetta Dori, Sologioie, Silvia Fernandez, Signorini Alta Moda, Sartoria Moratti, Edgers, Maria Coca e molti altri.

RFW2022 SEMPRE PIU’INTERNAZIONALE

Le precedenti edizioni della RFW vantano un sorprendente successo in crescita negli anni. I marchi più noti del mondo hanno consentito un incremento costante di pubblico, consacrando Roma quale nuova capitale dell’industria fashion, con presenze provenienti da Belgio, Germania, Grecia, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Russia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Rome Fashion Week si riconferma un appuntamento centrale nell’agenda di ogni buyer. L’edizione 2022 prevede – come le precedenti manifestazioni -l’accoglienza degli espositori e dei clienti in totale sicurezza e nel rispetto dei protocolli covid, con registrazione obbligatoria per accedere in fiera.
Il programma di appuntamenti della manifestazione si articola in presentazioni ed incontri con i rappresentanti delle varie Case di Moda, è pubblicato sul sito www.romefashionweek.it ed aggiornato sulle pagine social della manifestazione.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-09T09:36:00+02:00