Tar Lazio: sì alla ‘pillola dei cinque giorni dopo’ senza ricetta anche alle minorenni

aborto_donne
Respinto il ricorso di alcune associazioni confessionali contro l'eliminazione dell'obbligo di prescrizione medica: il farmaco è un contraccettivo e non un abortivo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Tar Lazio ha respinto il ricorso di alcune associazioni confessionali contro l’eliminazione dell’obbligo di prescrizione medica della cosiddetta “pillola dei cinque giorni dopo” per le ragazze minori: anche chi ha meno di 18 anni potrà dunque recarsi in farmacia senza ricetta e prendere il contraccettivo, che le associazioni che hanno fatto ricorso chiedevano di equiparare a un farmaco abortivo.

LA SODDISFAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI

Soddisfazione per la sentenza è stata espressa da Filomena Gallo, segretario dell’associazione Luca Coscioni, Mirella Parachini e Anna Pompili, ginecologhe dell’associazione Luca Coscioni e di Amica: “Il tribunale fa riferimento alla letteratura internazionale, che assume come dato di evidenza il meccanismo d’azione del farmaco e la sua rispondenza ai criteri stabiliti per i farmaci dispensabili senza obbligo di prescrizione, affermando che il ricorso delle associazioni cattoliche era basato solo su opinioni e su un unico studio, peraltro discutibile da un punto di vista metodologico. È auspicabile – continuano Gallo, Parachini e Pompili – che le opinioni e le posizioni ideologiche personali, ovviamente legittime, non abbiano diritto di cittadinanza nella pratica medica e nella ricerca scientifica, che hanno come unico fine la salute delle persone”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»