Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sinistra Italiana: “Carenza di lavoratori? Una cazzata, vicenda Sammontana emblematica”

OPERAIE ELECTROLUX AL LAVORO IN SICUREZZA
Per Sinistra Italiana "è in corso una campagna furibonda contro il reddito di cittadinanza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’azienda di gelati Sammontana ha offerto 350 posti di lavoro stagionali, e ce lo ha detto la cronaca de Il Tirreno, sono arrivate ben 2.500 domande. Basterebbe questo a fare piazza pulita di tante cazzate sentite in questi giorni sulla carenza di lavoratori disponibili a darsi da fare”. Lo afferma il responsabile nazionale economia di Sinistra Italiana, Giovanni Paglia.

LEGGI ANCHE: I giovani non vogliono più lavorare? Fratoianni: “Pagati una miseria, salario minimo misura fondamentale”

“Se vengono offerti contratti seri- prosegue l’esponente della segreteria nazionale di SI- con orari fissi, straordinari pagati, buste paga serie e condizioni adeguate, si vedrà che ci sarà la fila”. “E questo avviene proprio mentre è in corso una campagna furibonda contro il reddito di cittadinanza. Peccato gli si stia ritorcendo contro: è emersa infatti l’immagine di un Paese in cui interi settori e filiere si reggono strutturalmente su lavoro nero, grigio e ipersfruttamento, dove troppi imprenditori con la scusa della crisi vorrebbero mano libera su tutto. Se vogliamo cambiare l’Italia – conclude Paglia – si parte da qui. Basta scuse”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»