Tg Riabilitazione, edizione del 9 giugno 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– A LUGLIO PARTE SECONDO CORSO IDO-VJA ATTENTO A TRAUMI PRECOCI

I traumi richiamano alla mente terremoti, incidenti, incendi, esplosioni, alluvioni, o ancora la perdita di persone care. Da tempo però la Psicopatologia ha dimostrato che anche eventi e fatti positivi possono avere una carica traumatizzante, che a cascata può causare soluzioni patologiche. A lanciare l’avvertimento, a maggior ragione in pandemia, è Carlo Melodia, psichiatra, psicoanalista e presidente dell’Associazione Viaggi Junghiani Analitici (Vja) di Padova, che, per rispondere alle esigenze formative sul trauma espresse dagli operatori della Salute, ha promosso insieme all’Istituto di Ortofonologia (IdO) di Roma il corso biennale dedicato al riconoscimento, alla cura e volto anche alla riabilitazione dei disturbi dissociativi su base traumatica. Il corso si articola in due annualità ed è rivolto per la prima annualità agli psicoterapeuti e a tutti gli operatori dell’ambito socio-sanitario. Per informazioni è possibile visitare: https://www.ortofonologia.it/corso-biennale-ad-indirizzo-junghiano -riconoscimento-e-cura-degli-stati-dissociativi-nei-traumi-precoci.

– AIFI COMPIE 62 ANNI, COMPLEANNO NEL NOME DELLA RICERCA

Un compleanno speciale festeggiato con una pubblicazione importante: l’8 giugno del 1959 nasceva l’Associazione (allora Aitr poi Aifi) che sarebbe divenuta nel tempo quella maggiormente rappresentativa per la professione del fisioterapista. La ricorrenza dei 62 anni è stata accompagnata dalla pubblicazione sulla prestigiosa rivista internazionale ‘Physical Therapy’ dell’articolo ‘The Spread of Covid-19 Among 15.000 Physical Therapists in Italy: A Cross-Sectional Study’ in cui si descrive lo studio condotto dal comitato scientifico di Aifi sull’impatto che il Covid-19 ha avuto sui fisioterapisti in Italia nella prima ondata della pandemia. “Crediamo che questa importante pubblicazione sia un ottima modalità per festeggiare il compleanno della nuova società scientifica- ha spiegato Simone Cecchetto, presidente nazionale Aifi- che ben rappresenta la nuova mission di Aifi: sviluppo della disciplina e della scienza della Fisioterapia attraverso il miglioramento costante della pratica clinica e la ricerca, nonché diffusione della consapevolezza, nei cittadini e nelle istituzioni, dell’importanza che la Fisioterapia può avere per rispondere ai bisogni di salute della popolazione”.

– VISITE GRATUITE PAZIENTI CRONICI IN 685 STUDI DI OSTEOPATI

Al via il progetto ‘CronOs, Cronicità e Osteopatia’ promosso dal Roi-Registro degli Osteopati d’Italia, con l’obiettivo di informare i cittadini sul supporto che l’osteopatia può offrire ai pazienti che presentano una o più patologie croniche e di dare impulso alla ricerca scientifica in questo specifico campo della salute. Dal 7 al 13 giugno gli osteopati Roi offriranno una prima visita gratuita ai pazienti cronici in 685 studi di tutta Italia. L’iniziativa è rivolta ai pazienti adulti e bambini. Per prenotare la propria visita gratuita è sufficiente scegliere l’osteopata aderente al progetto più vicino. L’elenco completo si trova sul sito www.progettocronos.it.

– MEDICINA NARRATIVA, LA STORIA È IMPORTANTE QUANTO ESAMI CLINICI

Aiutare gli ospiti a mettere insieme e affrontare il loro passato, il loro presente e il loro futuro. È l’obiettivo della medicina narrativa, strumento adottato anche dall’Istituto di riabilitazione di Montecatone, centro di alta specialità per la riabilitazione intensiva di persone colpite da lesioni midollari e struttura di eccellenza per le lesioni cerebrali. “Come detto, il fine dei percorsi di medicina narrativa non è rendere accettabile il ricovero, ma sostenere i nostri ospiti nel percorso che li porterà a comprendere di non essere più quelli di prima”, spiega Claudia Corsolini, coordinatrice del programma Vita indipendente dell’ospedale imolese. “Vogliamo aiutare le persone ad avere un continuum nella loro quotidianità tra un prima e un dopo molto diversi- conclude Corsolini- La medicina narrativa è parte di un approccio diffuso, pensato e implementato perché si cominci a comprendere che la storia di una persona è importante tanto quanto i suoi esami clinici”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»