Giornale radio sociale, edizione del 9 giugno 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

SOCIETA’ – Mafia e azzardo. Scoperto un giro d’affari di 100 milioni di euro. La denuncia della Campagna Mettiamoci in Gioco nel servizio di Anna Monterubbianesi.
Una nuova indagine su mafia e gioco d’azzardo porta alla luce una vasta rete di attività nel settore, da parte di clan della mafia siciliana. Scoperto un giro d’affari di 100 milioni di euro attraverso concessioni governative e 9 agenzie di scommesse. La Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo “Mettiamoci in Gioco” sottolinea che è ancora troppo grande il giro di interessi mafiosi nel settore dei giochi legali. Per questo chiede nuovamente che siano approvate al più presto misure incisive per limitare queste infiltrazioni nel settore. Le proposte elaborate in sede di Commissione parlamentare antimafia sono un eccellente punto di partenza per avere una legislazione più adeguata all’attivismo delle organizzazioni mafiose nel gioco d’azzardo.

ECONOMIA – A fondo. Secondo il nuovo report dell’Osservatorio delle povertà e delle risorse della Caritas di Firenze, il profilo dei nuovi indigenti ritrae quello delle “coppie giovani, più italiane che straniere, con figli, spesso soltanto uno, con un solo reddito o anche con due redditi di cui uno o entrambi precari”. In sofferenza, in sostanza, per via della “drastica riduzione delle entrate” determinata dall’arresto delle attività causato dall’emergenza covid.

INTERNAZIONALE – Bandiera Blu. Secondo l’Agenzia europea dell’ambiente, l’85% dei siti balneari nel continente è da considerarsi eccellente, mentre il 95% soddisfa i requisiti minimi per una qualità sufficiente. I mari e laghi migliori si trovano a Cipro, Austria, Malta, Grecia e Croazia, mentre le acque peggiori in Polonia, Albania, Slovacchia ed Estonia

DIRITTI – Un tetto per tutti. Dopo la pandemia che ha colpito duramente il nostro Paese anche l’alloggio ridiventa un problema per migliaia di persone, sia per chi deve pagare mutui o affitti, sia per chi una casa l’ha persa. Ce ne parla Paolo Andruccioli.
La buona notizia è che Il Ministero delle Infrastrutture ha reso nota la ripartizione di 60 milioni di euro, relativi all’anno 2020, assegnati al “Fondo nazionale per il sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione”. Le risorse sono assegnate alle Regioni con procedura accelerata per venire incontro in particolare agli inquilini morosi incolpevoli. La notizia brutta riguarda invece il nuovo allarme sfratti lanciato dai sindacati degli inquilini. Se infatti l’esecuzione dei provvedimenti sarà bloccata fino al primo settembre 2020 a causa dell’emergenza Coronavirus, non lo sono i procedimenti che porteranno presto a nuovi sfratti. A settembre potrebbe scattare l’allarme sociale.

CULTURA – Coproduzione. Un libro work in progress per genitori e figli. “Che fatica diventare grandi” è il titolo della proposta editoriale di Marta dal Corso, racconta la storia di un gomitolo e permetterà a mamme e papà di partecipare alla creazione del libro. Basta preordinare online la propria copia su bookabook.it, leggere le bozze della storia, scaricare il modello dell’illustrazione e inviare il disegno alla casa editrice. Le immagini più belle verranno pubblicate.

SPORT – L’estate sospesa. Con le nuove regole, le attività estive per i ragazzi hanno bisogno di più educatori e quindi hanno un costo maggiore. A Brescia una campagna di fundraising coinvolge la comunità per pagare la partecipazione ai campi estivi dei figli di famiglie in difficoltà. L’obiettivo è regalare un’estate di sport e divertimento attraverso una Summer School, dedicata ai bambini dai 6 ai 14 anni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»