Per Cortina 2021 l’Anas stanzia 242 milioni

Sono destinati al potenziamento e al miglioramento della viabilita' in previsione dei mondiali di sci alpino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono 242 i milioni di euro stanziati da Anas per il potenziamento ed il miglioramento della viabilita’ in previsione dei mondiali di sci alpino di Cortina del 2021.

Il piano è stato presentato questa mattina insieme a due rappresentanti del governo: il ministro dello Sport Luca Lotti e il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio Delrio parla di investimenti che miglioreranno “stabilmente la vita della comunità. Si tratta di uno sviluppo sostenibile e duraturo, esempio di come una buona programmazione possa aiutare a rendere più credibile e capace l’immagine dell’Italia”.

Luca Lotti ricorda che “un anno fa ci hanno assegnato i mondiali ed è stata una sfida, abbiamo riposto con determinazione storica per dimostrare che i grandi eventi, anche quelli sportivi, sono al centro dell’attenzione di questo governo per il Paese: sono anche l’occasione per lasciare sul territorio qualcosa di concreto. Oggi ci presentiamo con le carte in regola: norme, cifre e progetti. Il governo farà la regia” di questi investimenti e “al 2021 l’Italia ci arriverà con la testa alta e sarà certamente uno dei mondiali più belli mai organizzati”.

Per il presidente del Coni Giovanni Malagò si tratta di “un’occasione traino per tutta la regione Veneto. Si è fatta squadra molto bene, è una grande opportunità che può riuscire”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»