Ad Ascoli asili nido aperti anche d’estate

Un ulteriore supporto alle famiglie durante il periodo della chiusura scolastica estiva viene dalla ludoteca del riuso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ASCOLI PICENO – Tre strutture comunali dedicate ai più piccoli saranno aperte anche nel mese di luglio per aiutare le famiglie nella gestione dei bimbi.

“Quello offerto dagli asili nido della nostra città è un importante servizio che l’amministrazione comunale promuove e migliora costantemente, consapevole della funzione sociale ed educativa che riveste”, spiega il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli nel presentare con l’assessore alle Politiche sociali Donatella Ferretti il programma delle aperture estive.

“Al fine di promuovere il benessere dei bambini- prosegue la Ferretti- e allo scopo di supportare le famiglie nella conciliazione dei tempi lavorativi con quelli familiari, verrà attivato per tutto il mese di luglio un servizio estivo presso le tre strutture comunali che accolgono bimbi e lattanti”.

Aperta anche la ludoteca del riuso

Un ulteriore supporto alle famiglie durante il periodo della chiusura scolastica estiva viene dalla ludoteca del riuso, che anche quest’anno effettuerà le sue attività in orario antimeridiana. Le attività previste riguarderanno il giocosport, i giochi di animazione all’aria aperta ed appunto i laboratori creativi del riuso. Il servizio è gratuito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»