VIDEO | Le ‘Visionarie’, Aliberti: “Le giovani registe al lavoro sulla pandemia”

ROMA – “In questo momento non sono in grado di dire se Visionarie‘ – ‘Donne tra cinema, tv e racconto’ -previste per il primo fine settimana di ottobre a Palazzo Merulana, potranno esserci”. Ad annunciarlo, intervistata dall’agenzia Dire, e’ Giuliana Aliberti che questo Festival dedicato alle donne e alla loro voce nel cinema e nel mondo della televisione, l’ha ideato, portandolo l’anno scorso, alla sua prima edizione, ad un successo di “sorellanza, di oltre 1000 presenze”.

Il coronavirus ha sospeso tutto, eppure le Visionarie, tante ospiti della prima edizione, chiamate a raccolta da Aliberti in un video, “la cui versione integrale e’ sul sito www.visionarie2019.it”, hanno lanciato un loro messaggio: “Mai avremmo immaginato quello che stiamo attraversando oggi. Da cosa ripartiremo, quando usciremo dalle case? Dovremo fare appello- ha detto Aliberti- alla nostra forza e al nostro sapere. Il pericolo e’ di essere ricacciate in casa. Abbiamo visto che non ha funzionato la risposta ‘machista’ al virus, ma la capacita’ delle donne di rispondere alla crisi con intelligenza ed empatia, anche di quelle che sono al governo”.

L’incubo pandemia sara’ raccontato: “Molte donne- ha detto l’ideatrice di ‘Visionarie‘- si stanno unendo per capire come reagire, facendo rete. Molte sono le produzioni in atto di giovani registe proprio per creare una narrazione di questo momento storico”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

9 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»