Sterzi: Riabilitazione e robot per trattamenti personalizzati; Trappolini (Osa): Il paziente è al centro con “mai soli”

Edizione del 9 maggio 2018
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

STERZI: RIABILITAZIONE E ROBOT PER TRATTAMENTI PERSONALIZZATI

I trattamenti a supporto della riabilitazione convenzionale hanno compiuto negli ultimi anni passi in avanti. Lo sviluppo della tecnologia e della robotica hanno consentito alla medicina riabilitativa di sperimentare nuove forme di trattamento. Il risultato è un paziente ancora più motivato e misurazioni precise in termini di outcome, per una riabilitazione sempre più efficace e personalizzata. E per parlare di questi nuovi scenari la Dire ha intervistato la Professoressa SILVIA STERZI, primario di Unità Operativa Complessa di ‘Medicina Fisica e Riabilitazione’ del Campus Bio-Medico di Roma.

TRAPPOLINI (OSA): IL PAZIENTE È AL CENTRO CON “MAI SOLI”

Assistenza su tutto il territorio nazionale ad anziani, bambini e pazienti con patologie particolarmente complesse. E’ quello che offre Osa da oltre 30 anni. Il servizio Mai Soli eroga assistenza domiciliare privata con la presa in carico del paziente totale, aiutando la famiglia nella gestione della malattia cronica. Gli operatori della cooperativa sono in grado di mettere a punto Piani Assistenziali Individualizzati, pacchetti di servizio per il monitoraggio in tempo reale delle prestazioni, eseguendo successivamente un reporting. “Mediante il contatto con una centrale operativa, tramite numero verde o web, il paziente ha modo di richiedere prestazioni e servizi che verranno erogati in un tempo massimo di 72 ore a domicilio o in struttura”. Lo ha detto Andrea Trappolini responsabile dei servizi sanitari integrati privati e dei servizi ADI di Osa.

VILLA GARDA, DALL’INTERVENTO CHIRURGICO AL PERCORSO RIABILITATIVO

‘Gestione del paziente anziano fragile: dall’intervento chirurgico al percorso riabilitativo’. E’ l’incontro che è stato organizzato dalla Casa di cura Villa Garda e dalla sezione regionale dell’Associazione nazionale dei medici cardiologi ospedalieri, insieme ad altre realtà private del mondo sanitario. Lo scopo è analizzare l’utilizzo delle nuove procedure chirurgiche e interventistiche, mettendone in risalto eventuali vantaggi rispetto alle tecniche tradizionali. Tra i temi affrontati la gestione delle terapie e la valutazione del follow-up riabilitivo degenziale e ambulatoriale del paziente anziano e fragile.

GESTIONE DEL MALATO DI ALZHEIMER AL CONVEGNO DI BISCEGLIE

‘Competenze del medico di medicina generale nella gestione della demenza’, questo il tema al centro del convegno che si è tenuto a Bisceglie presso l’Unità di Riabilitazione Alzheimer di Universo Salute – Opera Don Uva con il patrocinio di Alzheimer Italia, sezione di Bari e dell’Ordine dei Medici. La malattia di Alzheimer e le altre demenze correlate possono essere devastanti, non solo per il soggetto che ne è colpito ma anche per la famiglia che cura il malato. Per questo l’OMS, nel suo Piano Globale di Azione per la Salute Mentale ha dichiarato che la demenza è uno dei 7 disturbi neuropsichiatrici prioritari.

ORTO E MUSICA, LA RIABILITAZIONE DELL’OSPEDALE MIRANDOLA

Orto e musica in ospedale, la riabilitazione neurologica passa anche da qui. La riabilitazione unita alla socializzazione, come occasione per completare il percorso terapeutico attraverso la messa in pratica di abilità cognitive e motorie. Questo anche al fine di creare nuovi spazi e momenti di umanizzazione dell’ospedale e rendere l’assistenza sanitaria sempre più vicina alle persone e ai loro bisogni di salute. Sono i progetti presentati all’interno del padiglione Scarlini dell’Ospedale di Mirandola dedicati ai pazienti con patologia neurologica. Il senso, si apprende da una nota diffusa dalla ASL di Modena, è quello di umanizzare le cure e favorire il protagonismo delle persone. Inoltre, sono un completamento del percorso di riabilitazione, effettuato dalla fisioterapista.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»