‘Strade bianche di Romagna’: in bicicletta tra borghi e castelli

ciclismo bicicletta cicloturismo
La corsa organizzata da Extragiro lungo i percorsi sterrati della Val Conca prenderà il via il 20 aprile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RIMINI – Il binomio Romagna-bicicletta si rinnova con una corsa lungo i suggestivi borghi della Val Conca, che devia anche per percorsi sterrati, le mitiche strade bianche. Dunque una sorta di “piccolo Giro delle Fiandre con vista sul mare Adriatico“. Ad organizzare la gara ‘Strade bianche di Romagna’ è Extragiro con l’obiettivo di rilanciare un certo tipo di ciclismo assieme alla promozione del territorio. L’appuntamento, per gli under 23 e la categoria elite, è per martedì 20 aprile con partenza e arrivo a Mondaino in provincia di Rimini, dopo avere percorso oltre 136 chilometri, con 2.300 metri di dislivello, e avere attraversato borghi romagnoli come San Clemente, Monte Colombo-Montescudo, Gemmano, Montefiore Conca, Morciano, Saludecio, Monte Gridolfo. Luoghi e strade che ben conosceva il rimpianto Marco Pantani.

ciclismo bicicletta cicloturismo strade bianche

A testare nei giorni scorsi il percorso, decisamente impegnativo, con pendenze anche del 15%, è stato il presidente di Apt Servizi e ct della nazionale di ciclismo Davide Cassani. Due i circuiti, con quello da 38 chilometri da percorrere due volte e tre i tratti di sterrato, di cui l’ultimo in salita. “Un grande spettacolo tra la bellezza di borghi e castelli”, commenta Cassani durante la presentazione alla stampa di questa mattina. Sarà, aggiunge, “una corsa bellissima” attraverso la quale “uniamo turismo e sport, in particolare quello giovanile”. D’altronde “gli eventi sono importanti per portare turismo in regione in un momento difficile come quello che stiamo vivendo. L’Emilia-Romagna crede molto nel turismo attivo e nel cicloturismo“. Dello stesso avviso la direttrice di Visit Romagna Chiara Astolfi: “Anche gli eventi sportivi sono importanti per il turismo- commenta- e per comunicare principi sani e le nostre eccellenze e bellezze”. Certo “le difficoltà si sentono, ma crediamo nel cicloturismo e in Romagna Bike per promuovere gare e itinerari“. L’evento, entra nel dettaglio il direttore generale di Extragiro Marco Selleri, “piace ai ciclisti, che hanno voglia di correre in altri modi, e permette di scoprire territori altrimenti non visibili”. Tra l’altro la gara andrà in diretta streaming e Rai Sport trasmetterà alcune immagini alle 18.

Entusiasta il sindaco di Mondaino Massimo Giorgi: “Per noi la gara è di fondamentale importanza per portare al mondo intero il nostro territorio purtroppo ancora non valutato e da scoprire. Le strade sono un veicolo importante per una fetta di turismo che ci fa sperare per il futuro”. E intanto sono arrivate la prime due squadre, una inglese e una messicana, impegnate anche in altri appuntamenti ciclistici durante il mese di aprile che complessivamente porteranno a 4.500 pernottamenti. Al via a Mondaino, spiega il ct della nazionale under 23 Marino Amadori, ci saranno 190 corridori, per 38 squadre tra cui la nazionale italiana e tre straniere. L’auspicio, conclude la vicepresidente del consorzio Bike hotel Maria Grazia Nicoletti, è che l’evento rimanga sul territorio in modo da garantire di “avere un’identità per il cicloturismo”.

LEGGI ANCHE: Per l’estate in Romagna 10.000 camere ‘Covid free’

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»