Vaccino, De Luca: “Con quale coscienza Draghi sottrae dosi ai campani?”

de luca_draghi
Il governatore lo dichiara parafrasando le parole di indignazione che il premier ieri sera ha riservato a qualche trentenne che ha scavalcato un ultraottantenne nella vaccinazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “La Campania è ancora penalizzata, ha ricevuto il 22% di vaccini rispetto alla popolazione, siamo l’ultima regione d’Italia. Ad oggi abbiamo 210mila vaccini in meno rispetto a quelli che dovremo avere”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, in una diretta Facebook. “Ho ascoltato ieri – ha aggiunto – il grido di dolore e di indignazione del presidente del Consiglio Draghi che condividiamo tutti rispetto a qualche trentenne che ha scavalcato un ultraottantenne nella vaccinazione. Io con rispetto e, parafrasando il grido di dolore di Draghi, mi rivolgo allo stesso presidente del Consiglio e gli chiedo a mia volta con quale coscienza si può togliere ai cittadini campani una quantità di 210mila dosi di vaccino? Mi rivolgo al Capo dello Stato e chi chiedo con quale coscienza si può accettare che in Italia sia calpestato da anni e anni l’articolo 3 della Costituzione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»