Annullata l’ordinanza di De Luca, sindaco di Messina su Facebook con mascherina tricolore

cateno de luca_sindaco messina
"Il Consiglio di Stato è stato frettoloso, ha emesso il parere sulla nostra ordinanza in meno di sei ore" ha dichiarato il primo cittadino in una diretta Facebook
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Il Consiglio dei ministri ha annullato l’ordinanza del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che introduceva un meccanismo di registrazione obbligatoria online per gli attraversamenti sullo Stretto come misura di contrasto al diffondersi del coronavirus. La decisione del Consiglio dei ministri arriva dopo il parere del Consiglio di Stato che si era espresso per l’annullamento dell’ordinanza di De Luca. 

LEGGI ANCHE: Consiglio di Stato annulla ordinanza del sindaco di Messina, De Luca: “Non mi fermo”

DE LUCA, DIRETTA FB CON MASCHERINA TRICOLORE

Diretta Facebook con una mascherina tricolore per il sindaco di Messina, Cateno De Luca, dopo la decisione del Consiglio dei ministri di annullare la sua ordinanza sull’introduzione della banca dati per i passeggeri dello Stretto come misura anti-coronavirus. “Come se ci fosse il bavaglio di Stato sulla vicenda”, ha esordito De Luca.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, sindaco di Messina: “Io vittima della lupara di Stato”

“CONSIGLIO DI STATO HA DECISO IN 6 ORE, SFOGGIO DI POTERE DEL GOVERNO”

Il Consiglio di Stato è stato frettoloso, ha emesso il parere sulla nostra ordinanza in meno di sei ore”. Secondo De Luca si è trattato di uno “sfoggio di potere da parte del governo che chiede e ottiene un parere in meno di 24 ore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»