Coronavirus, limitazioni sullo Stretto fino al 13 aprile

Stretta sugli attraversamenti dello stretto di Messina da domani e fino a Pasquetta con la nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO –  Stretta sugli attraversamenti dello stretto di Messina da domani e fino a Pasquetta. La nuova ordinanza per il contrasto al coronavirus emessa dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, consente in quei giorni il passaggio “esclusivamente” a forze dell’ordine, forze armate, operatori sanitari e pendolari, “nonche’ – si legge all’articolo 5 – per comprovati motivi di gravita’ e urgenza”.

LEGGI ANCHE: Messina, il sindaco De Luca chiude lo stretto: “Senza nostro nulla osta non si entra”

ORDINANZA MUSUMECI, PASQUA E PASQUETTA BLINDATE

L’ordinanza del governatore siciliano, inoltre, introduce per gli operatori dei negozi di generi alimentari l’uso “costante” di mascherina, oltre che l’utilizzo di guanti monouso in alternativa al “frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante”. L’ordinanza prevede anche che “in ogni luogo nel quale non sia possibile mantenere la distanza di un metro tra persone e’ fatto obbligo a ciascuno di coprire naso e bocca con una mascherina o con altro adeguato accessorio”. Ville, aree gioco, boschi, parchi e giardini restano “interdetti”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, sindaco di Messina: “Io vittima della lupara di Stato”

Consiglio di Stato annulla ordinanza del sindaco di Messina, De Luca: “Non mi fermo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»