Coronavirus, a Parma due medici in prima linea lo sfidano sposandosi

"Dall’esigenza di tutelare i loro figli nel caso questa battaglia ad alto rischio diventasse incerta per il futuro“
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA –   È “un matrimonio in tempo di guerra”, quello celebrato oggi in via eccezionale in municipio a Parma dal sindaco Federico Pizzarotti. Cosi’ lo hanno definito gli stessi sposi, due medici che lavorano entrambi nei reparti dei malati di coronavirus, lui presso l’ospedale Maggiore di Parma, lei presso quello di Reggio Emilia. La coppia ha deciso di unirsi ufficialmente per tutelare i figli. “Viviamo settimane drammatiche, in lotta contro un nemico invisibile. Oltre al pragmatismo delle azioni e al lavoro di tutti i giorni per battere il virus, dobbiamo vivere anche di speranza e di amore”, commenta il sindaco Pizzarotti. “La loro e’ una storia di speranza e di amore, e abbiamo bisogno di sentire anche questo, oggi: speranza. Auguro ai due futuri sposi tutta la felicita’ di questo mondo”, conclude il sindaco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»