In Mozambico al via campagna vaccinazioni contro morbillo e rosolia

La spesa è di 7 milioni di dollari e a sostenerla sarà l'Organizzazione mondiale della sanità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Al via oggi a Lichinga, nel nord del Mozambico, una campagna che dovrebbe assicurare la vaccinazione contro il morbillo e la rosolia di circa 12 milioni di bambini e ragazzi di età compresa tra i sei e i 14 anni.

Secondo stime del ministero della Sanità, dal 2011 i casi di morbillo accertati nel Paese sono stati oltre 90mila. A Lichinga, capoluogo della provincia settentrionale di Niassa, è giunta per la cerimonia di avvio della campagna la moglie del presidente Felipe Nyusi, la “primeira dama” Isaura.

In Mozambico morbillo e rosolia continuano a causare decessi di bambini e anche adolescenti. La spesa per la campagna di vaccinazione, circa sette milioni di dollari, sarà sostenuta in parte dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dagli Stati Uniti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»