Palermo, M5s: “Raggiunte le firme per presentare la sfiducia al sindaco Orlando”

"La mozione sarà presentata domani mattina quando apriranno gli uffici", riferiscono i consiglieri comunali pentastellati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Raggiunte le 18 firme per presentare mozione sfiducia al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Lo annuncia il gruppo consiliare del Movimento cinque stelle al consiglio comunale del capoluogo siciliano.

“La mozione di sfiducia sarà presentata domani mattina, quando apriranno gli uffici”, dicono i consiglieri comunali pentastellati Antonino Randazzo, che è anche capogruppo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco.

“Finalmente si è trovata la condivisione con gli altri consiglieri comunali di opposizione sulla mozione che il Movimento 5 Stelle aveva già predisposto e proposto a fine novembre scorso – proseguono -. Nel pomeriggio sono state raggiunte le firme necessarie per la presentazione formale dell’atto al presidente del consiglio comunale. Con altri gruppi politici e singoli consiglieri comunali si è raggiunta la piena condivisione di un nuovo documento che tiene conto anche dei gravissimi fatti di corruzione che nei giorni scorsi hanno investito l’amministrazione comunale e due consiglieri di maggioranza a Palermo, dello scandalo dei cimiteri e della cattiva gestione dei rifiuti nel capoluogo siciliano”.

LEGGI ANCHE: Arresti a Palermo, Orlando: “Non c’è spazio per i malavitosi”

VIDEO | Cimitero dei Rotoli, dopo l’inchiesta per corruzione Orlando nomina Marchese

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»