Matera, detenuti si rifiutano di rientrare nelle celle, uno di loro sale sul tetto per protesta

Le forze dell'ordine sono dovute intervenire per contenere i disordini scoppiati dopo la sospensione dei colloqui a causa dell'emergenza coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – La protesta dei detenuti arriva anche nel carcere di Matera. Da quanto si è appreso questa mattina gli agenti della polizia di Stato, i carabinieri e la guardia di finanza sono dovuti intervenire per contenere la protesta di una decina di detenuti in protesta per le restrizioni ai colloqui con i visitatori imposte per l’emergenza coronavirus. In particolare i detenuti si sarebbero rifiutati di rientrare nelle celle e uno sarebbe anche salito sul tetto. Il questore di Matera Luigi Liguori sta seguendo direttamente la vicenda, in contatto con i vertici delle altre forze di polizia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»