Disordini al carcere di Foggia per le restrizioni anticovid-19, interviene anche l’esercito

In strada ci sono alcuni parenti, mentre dalle celle si urlano appelli per ricevere "indulto" e "amnistia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Disordini si stanno registrando nel carcere di Foggia dove alcuni detenuti hanno tentato l’evasione dopo aver divelto un cancello che li separa dalla zona che dà sulla strada. Alcuni si sono arrampicati sulle inferiate e sui cancelli perimetrali dell’istituto penitenziario. Sul posto ci sono forze dell’ordine ed esercito.

LEGGI ANCHE: Stop alle visite nei penitenziari, detenuti in protesta nel carcere Ucciardone di Palermo

Alcuni dei carcerati riusciti a fuggire sono stati bloccati dagli agenti della polizia penitenziaria. A scatenare la rivolta le misure restrittive imposte per evitare di ridurre il rischio contagio nelle carceri. In strada ci sono alcuni parenti, mentre dalle celle si urlano appelli per ricevere “indulto” e “amnistia”. 

LEGGI ANCHE: Modena, nella rivolta in carcere morti 6 detenuti

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»