Renzi: “Di tutto per un governo in Libia. Ma il tempo non è infinito”

Il presidente del Consiglio lo dice al termine dell'incontro con Francois Hollande. Che sprona all'intervento: "Dobbiamo agire. L'Europa deve agire"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

renzi hollande

ROMA – “La formazione di un governo in Libia e’ una priorita’ innanzitutto per i popoli e per il popolo della Libia. Nonostante le difficolta’ che ancora oggi si sono manifestate, la comunita’ internazionale, perche’ cosi’ ha deciso l’Onu, fara’ di tutto perche’ il governo possa ottenere la fiducia e iniziare a lavorare a Tripoli. Ma i libici per primi devono sapere che il tempo a loro disposizione non e’ infinito”. Cosi’ il presidente del Consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa con Francois Hollande al termine del bilaterale Italia-Francia.

“Quanto alle ipotesi di raid condotti dagli Usa, avendo informato e comunque coinvolto i paesi europei, e segnatamente il Regno Unito, la Francia e l’Italia, si tratta di qualcosa di piu’ di scoop dei giornali. E’ realta’, e’ qualcosa di gia’ avvenuto“. spiega Renzi dopo il bilaterale Italia-Francia. “Non piu’ tardi di 15 giorni fa- dice Renzi- c’e’ stato un intervento contro un gruppo di adepti di Daesh che secondo indagini di intelligence erano tra i corresponsabili dell’ attentato al museo del Bardo. Ed e’ stata un’azione della quale era informato il presidente della repubblica, noi e gli inglesi. E’ natuale che tra paesi alleati queste informazioni ci siano. Non vedo alcun tipo di novita’. Questo e’ un evento che si e’ gia’ prodotto”, aggiunge Renzi.

HOLLANDE: DI TUTTO PER UN GOVERNO, MA UE DEVE AGIRE – “Faremo di tutto perche’ alla fine ci sia un governo in Libia. Ma anche in questo caso la lotta contro l’Isis deve essere condotta. Dobbiamo agire. L’Europa deve agire. Possiamo essere all’altezza sia in Libia, sia in Siria contro il terrorismo”. Cosi’ Francois Hollande, in conferenza stampa dopo il vertice italo-francese.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»