Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Islam, Salvini: “Non concedo neanche mezza moschea”

"Al governo controlleremo tutto quello che già c'è e chiuderemo quello che è illegale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Fino a che l’Islam non farà chiarezza e non ribadirà che gli esseri umani sono tutti uguali di fronte a Dio e di fronte alla legge, io non concedo neanche mezza moschea”. Così Matteo Salvini questa mattina a Genova in visita al mercato Treponti nel quartiere di Sampierdarena.

“Al governo controlleremo tutto quello che già c’è, chiuderemo quello che è illegale– prosegue il leader della Lega- per quello che sulla carta è legale vedremo di chiarire da dove arrivano i soldi, chi predica e che cosa predica. E per tutte le nuove aperture a Genova e nel resto d’Italia, uno stop”.

E ribadisce quanto affermato ieri: “Basta leggere la dichiarazione islamica dei diritti dell’uomo che dice che la donna vale meno dell’uomo e che la giustizia islamica prevale su quella italiana per capire che l’Islam non è compatibile con le nostre libertà, con i nostri valori, con le nostre conquiste di sicurezza e di certezza”.

Leggi anche:

Berlusconi: “Salvini pirotecnico, non sono spaventato dai neofascismi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»