Roma, la Casa delle Letterature è ufficialmente una biblioteca

L'ex Oratorio dei Filippini diventa oggi un polo di ricerca, sperimentazione e verifica per progetti di promozione della lettura
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Casa delle Letterature è ufficialmente reintegrata nel Sistema delle Biblioteche di Roma. Chi aspettava di conoscere il futuro del complesso borrominiano dell’ex Oratorio dei Filippini, a piazza dell’Orologio 3, potrà trovare la risposta nel portale ‘Bibliotu’: “La Casa delle Letterature diventa oggi un polo di ricerca, sperimentazione e verifica per progetti di promozione della lettura che nascano in collaborazione con altre istituzioni culturali della città, si estendano trasversalmente alle altre biblioteche del Sistema e rafforzino i legami con il territorio”. Dunque la Casa delle Letterature, archiviata la gestione pluridecennale di Maria Ida Gaeta – direttrice anche del Festival alla Basilica di Massenzio – è una biblioteca a tutti gli effetti. In realtà al suo interno, da sempre, ce ne sono due: una composta dai 20 mila volumi del fondo Enzo Siciliano (6.500 di letteratura italiana, soprattutto prime edizioni di autori del ‘900, con dediche autografe) e un’altra aperta in collaborazione con Vivalibri, che propone esclusivamente opere contemporanee, edite a partire dal 2000. Circa 3.000 volumi di narrativa, poesia, critica letteraria e fumetti, più una scelta di riviste e dei principali allegati culturali ai quotidiani, italiani e stranieri.

I primi incontri in programma sono previsti il 22 e 23 febbraio. Il 22 verrà presentato il Meridiano dedicato a Luigi Malerba a cura di Giovanni Ronchini, con introduzione di Walter Pedullà. Alla presentazione del libro e all’incontro parteciperanno il curatore e Walter Pedullà. Anna Malerba allestirà una piccola mostra di libri e fotografie di Luigi Malerba. Il 23, invece, verrà presentato il libro ‘L’Arivenuta’ di Donatella Di Pietrantonio. Alla presentazione parteciperà l’autrice e interverrà la scrittrice Michela Murgia.

di Alessandro Melia, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»