La SS Lazio compie 120 anni, torna il club a Montecitorio ma la tifosa deve togliere la maglietta

Niente maglietta della Lazio alla Camera dei deputati: a fare le spese del divieto una simpatizzante biancoceleste, oggi alla Camera per l'inaugurazione del club
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Societa’ Sportiva Lazio compie 120 anni e alla Camera si ricostituisce il Lazio Club Montecitorio 1900 su iniziativa di deputati di vari schieramenti. Presidente il deputato di Fratelli d’Italia Paolo Trancassini, vicepresidente vicario il deputato del Partito Democratico Claudio Mancini.

“Ci abbiamo tenuto a ribadire l’origine della nostra societa’ gia’ dal nome del club- spiegano alla presenza del presidente della Lazio Claudio Lotito, in conferenza alla Camera- ‘1900’ vuol dire che siamo la prima societa’ della capitale”.

“Questo club e’ un momento di serenita’ al di la’ delle appartenenze politiche e per ribadire la nostra grande passione- sottolinea Trancassini- essere tifosi della Lazio significa essere ‘altro’. Non so quanto questo sia vero, ma so che tutti i laziali pensano questo. A breve faremo una trasferta e altri incontri per cercare di fare iniziative utili secondo i valori della Lazio, oggi da tutti riconosciuta come una societa’ sana, forte e dai grandi valori”.

L’attivita’ “sara’ in sintonia con lo spirito della nostra societa’- conferma Mancini- l’obiettivo e’ fare sport e aggregazione con riverberi nella societa’ civile”.

Essere della Lazio “vuol dire sposare i valori dello sport e il superamento degli steccati”, ribadisce Lotito. “In passato nel calcio sono stati raggiunti alcuni risultati non basati sul merito, noi invece vogliamo combattere sul campo secondo altri valori. La Lazio e’ un esempio di vita per i piu’ giovani. Nacque dal bersagliere Bigiarelli, siamo tra le poche societa’ che puo’ deporre corone all’Altare della Patria per il tributo in termini di sangue degli atleti nelle varie guerre”.

NIENTE VESSILLO ALLA CAMERA, TIFOSA DEVE TOGLIERE LA MAGLIETTA

Niente maglietta della Lazio alla Camera dei deputati. A fare le spese del divieto di indossare vessilli, compresi quelli sportivi, all’interno di Montecitorio e’ una simpatizzante biancoceleste, oggi alla Camera per l’inaugurazione del club dedicato alla societa’ nel giorno della festa per i 120 anni dalla fondazione.

La signora (nella foto) e’ stata richiamata dai messi parlamentari mentre attendeva l’inizio della conferenza stampa indossando la maglietta biancoceleste. I funzionari l’hanno messa al corrente del divieto, pregandola di toglierla. Invito raccolto senza indugio, col sorriso.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»