Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Atac è salva, via libera al concordato preventivo

ROMA - Atac è salva. Nella giornata di ieri l'assemblea dei creditori ha espresso parere favorevole al concordato preventivo. Ora spetterà
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Atac è salva. Nella giornata di ieri l’assemblea dei creditori ha espresso parere favorevole al concordato preventivo. Ora spetterà al Tribunale fallimentare la decisione finale, decidendo se confermare o meno il voto dei creditori.

Leggi anche Rischi e vantaggi del concordato preventivo”

TONINELLI: VIA LIBERA A CONCORDATO GRANDISSIMO RISULTATO

“Il via libera al concordato Atac è un grandissimo risultato per Roma e l’Italia intera. L’azienda non è finita in pasto ai privati come le autostrade o gli aeroporti. Ora avanti con il piano di rilancio. Complimenti a Virginia raggi e alla sua squadra”. Lo scrive su twitter il minsitri dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

MELEO: DOPO SI’ A CONCORDATO AVANTI CON PIANO INDUSTRIALE

“Atac rinasce. Un’altra battaglia vinta con il sì dei creditori al concordato per il salvataggio di Atac. Avanti con il piano industriale per migliorare il trasporto pubblico di Roma Capitale”. Così l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Linda Meleo, sulla sua pagina Facebook.

DE VITO: AZIENDA SALVA, MIRACOLO DI AMMINISTRAZIONE M5S

“Atac è salva”. Comincia così un post del presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito, a commento del via libera dell’assemblea dei creditori al concordato su Atac. “Ieri- si legge- l’assemblea dei creditori dell’azienda ha dato parere favorevole al piano di concordato. Questo risultato rappresenta un vero e proprio miracolo realizzato da questa amministrazione, considerati i circa 1,3 mld di debiti lasciati dalle precedenti gestioni. Una decisione che mette fine ai fiumi di parole dei cosiddetti esperti, vale a dire proprio coloro che avevano lasciato il buco”.

“Avevamo ragione a pensare che il concordato fosse l’unico strumento per risanare i conti di Atac e per dare nuovo impulso alla società- ha aggiunto- nel rispetto delle regole e tutelando al massimo i lavoratori ed il servizio. Desidero ringraziare la Sindaca Virginia Raggi e l’assemblea capitolina, la giunta ed in particolare gli assessori Linda Meleo e Gianni Lemmetti, i vertici dell’azienda e tutti gli uffici del Comune di Roma, per l’immane lavoro portato avanti per il raggiungimento di questo risultato. Adesso avanti tutta con il risanamento dell’azienda e con il potenziamento del trasporto pubblico romano. Atac è salva”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»