Marra rinviato a giudizio; Rifiuti, Zingaretti: fiducia in Abruzzo; Atac, Radicali diffidano consiglio


Ecco i titoli del Tg Roma e Lazio dell’edizione di oggi:

RAFFAELE MARRA RINVIATO A GIUDIZIO, 20 APRILE PRIMA UDIENZA

E’ stato rinviato a giudizio Raffaele Marra, ex direttore del dipartimento Organizzazione e Risorse umane di Roma Capitale, indagato per abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla nomina a capo della direzione Turismo del fratello Renato. Secondo il gup Raffaella De Pasquale, infatti, l’ex braccio destro di Virginia Raggi avrebbe favorito il fratello per ottenere quel posto. La prima udienza del processo a Raffaele Marra, gia’ sotto processo per corruzione e attualmente agli arresti domiciliari, e’ fissata per il 20 aprile.

RIFIUTI, ZINGARETTI: FIDUCIA IN ABRUZZO, AIUTERA’ ROMA

Si dovrebbe risolvere con l’intervento dell’Abruzzo l’emergenza rifiuti a Roma. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha fatto sapere di aver parlato con il suo omologo abruzzese: “D’Alfonso ha avanzato a Roma Capitale dei quesiti organizzativi- ha spiegato- Credo che attendano le risposte ma sono fiducioso che in pochi giorni si possa arrivare a una soluzione positiva”. Intanto, infuria la polemica politica. Giovedi’ a Roma e’ previsto un Consiglio comunale straordinario, mentre l’aspirante governatrice del M5S, Roberta Lombardi, ha polemizzato: “La responsabilita’ e’ tutta della Regione Lazio”.

DA REGIONE LAZIO PIANO A SOSTEGNO VITTIME VIOLENZA DONNE

Nuovi progetti di sensibilizzazione e di prevenzione, nuove strutture di accoglienza e nuove forme di sostegno per le vittime. Sono questi i principali obiettivi del Piano regionale triennale per contrastare la violenza di genere approvato dalla Regione Lazio e presentato oggi dal governatore Nicola Zingaretti. Grazie a oltre 7 milioni di euro, saranno attuate molteplici azioni, tra cui, per la prima volta nel Lazio, un monitoraggio per capire la portata del fenomeno e il fabbisogno di nuovi interventi. La rete dei servizi antiviolenza sara’ ulteriormente estesa.

ATAC, RADICALI DIFFIDANO CONSIGLIO: NO PROROGA AFFIDAMENTO

Una diffida indirizzata a tutti i consiglieri di Roma Capitale per indurli a non votare la proposta di Giunta dello scorso 4 gennaio per la proroga dell’affidamento del servizio del tpl ad Atac. Ad annunciarlo sono stati oggi il segretario nazionale dei Radicali italiani, Riccardo Magi, e il segretario dei Radicali Roma, Alessandro Capriccioli. La diffida e’ stata consegnata anche alla sindaca Virginia Raggi e all’Anac. “Se il Consiglio seguira’ la Giunta nell’approvare la proroga di affidamento ad Atac noi denunceremo il Comune di Roma alla Commissione europea per sospetti aiuti di Stato” hanno spiegato i Radicali.

9 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»