Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Al Teatro Argentina di Roma torna l’appuntamento con ‘Luce sull’archeologia’

ROMA - Dopo il grande successo delle scorse stagioni, tornano al Teatro Argentina di Roma gli appuntamenti domenicali di Luce sull’archeologia,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo il grande successo delle scorse stagioni, tornano al Teatro Argentina di Roma gli appuntamenti domenicali di Luce sull’archeologia, giunta alla sua IV edizione.

Sette incontri – sempre alle 11 del mattinoda gennaio a maggio (14 gennaio, 4 e 18 febbraio, 8, 15 e 22 aprile, 13 maggio) per un viaggio di parole, testimonianze e immagini che indagano le relazioni fra Roma e il Mediterraneo.

Il Mediterraneo è un crocevia antichissimo dove persone, merci, idee e diverse forme dell’estetica hanno generato la diffusione di civiltà, culti e costumi. Nella metà del II secolo a.C. Roma dominava questo mare e tutti i territori di quest’area sono passati sotto la sua autorità, favorendo l’assimilazione giuridica, linguistica e l’ellenizzazione della cultura romana.

Gli interventi degli esperti

A guidarci in questi antichi percorsi, densi di eventi e di grandi personaggi, saranno gli interventi di storici dell’arte, studiosi ed esperti, introdotti e presentati da Massimiliano Ghilardi, direttore associato dell’Istituto Nazionale di Studi Romani e segretario generale dell’Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma.

Prima di ogni intervento iniziale, Anteprime dal passato, notizie su ritrovamenti, scoperte e mostre, a Roma e non solo, a cura di Andreas M. Steiner, direttore dei mensili Archeo e Medioevo. Mentre, lo storico dell’arte, Claudio Strinati, con Racconti d’Arte porterà il suo contributo negli incontri del 14 gennaio, 18 febbraio, 15 aprile.

Si comincia con i miti sulle origini di Roma, raccontando il viaggio di Enea, che dalla Troade raggiunge i lidi laziali e – passando dall’esplorazione delle grandi città portuali dell’Italia antica al viaggio di Annibale, dal lusso orientale alla conquista dell’Egitto e al ritratto dei popoli del Mediterraneo – si chiude con Matera lucana tra greci e romani, un omaggio a Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»